Published On: Ven, Mag 31st, 2013

Entro il 31 maggio si deve pagare la tassa di possesso sulle barche

Il 31 maggio scade la tassa di possesso per le imbarcazioni sopra i 10 metri di lunghezza. Nella tabella di Barche a Motore si vede l’entità dei pagamenti, decisamente più alta per super yacht e altre imbarcazioni molto lunghe. La tassa è uguale a quella pagata l’anno scorso.
Il tributo va pagato indipendentemente dalla bandiera della barca, perché è riferito alla residenza in Italia dell’armatore e non alla provenienza della barca. Sono esentate solo le barche nuove, per il primo anno. Chi acquista la barca dopo il 31 maggio deve pagare entro la fine del mese successivo. Si paga tramite modulo F24 con il codice 3370 “Tassa sulle unità da diporto – art. 16, comma 2, d.l. 201/2011″.

Pesanti le more sui ritardati pagamenti: entro i 30 giorni si paga “solo” il 20% in più, se il pagamento è volontario. Se invece si viene colti in fallo tramite un accertamento della GdF si paga dal 200% al 300% in più dell’importo dovuto allo Stato.
Lo scorso anno sono volati stracci tra Governo e cantieristica da diporto. La tassazione alta ha provocato una fuga dai porti italiani, con altri danni aggiuntivi. La crisi e i controlli fiscali hanno ridotto all’osso gli acquisti di imbarcazioni nuove. L’Italia sta perdendo la leadership mondiale nella costruzione di yacht e barche di lusso. Colpa di una tassazione suicida che ha ridotto le entrate statali, invece di accrescerle.

La tendenza è ridurre le dimensioni delle barche, ma ciò ha un effetto deleterio per l’ambiente marino: si veda la foto sotto. Sarebbe meglio avere 4 yacht di nababbi arabi o islandesi, o di grandi attori e altri rappresentanti della star system aristocracy, armatori che possono scendere a terra per lo shopping, non per comprare un etto di focaccia. Il turismo in Liguria non si basa sulle masse in fuga dalle città lombarde o liguri, ma sulla provenienza dall’estero. Ha funzionato quando arrivavano le star di Hollywood a Portofino, le quali poi richiamavano anche gli impiegati di Busto Arsizio. Ma non il contrario.

Pertanto la nautica (e i cantieri) dovrebbe essere incentivata, anche perché due super yacht meno di 100 barche la cui nafta (o peggio) ritroviamo sulle spiagge.

tassa possesso barca

Yacht a Riva Trigoso

Mini Yacht selvaggi a Riva Trigoso

Leave a comment

XHTML: You can use these html tags: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>