Published On: Gio, Giu 8th, 2017

Evitare inquinamenti nell’area marina protetta di Portofino: accordo tra Comuni

I Comuni del Tigullio occidentale – Portofino, Santa Margherita Ligure, Rapallo – in accordo con l’Area Marina Protetta di Portofino e sotto la regia dell’Ufficio Marittimo di Santa Margherita Ligure, hanno sottoscritto in data 7 giugno 2017 un Protocollo d’intesa volto a monitorare e contenere i rischi di inquinamento marino all’interno del Golfo Tigullio.

Consci che il turismo balneare e diportistico, tradizione della nostra riviera, è oggi affiancato da forme di fruizione della costa e dell’ambiente marino che privilegiano un contatto diretto con la natura (turismo subacqueo e di attività outdoor come kayak, canoa, snorkeling, sup, ecc.) gli Enti sottoscrittori intendono agire in modo sinergico per sviluppare iniziative e adottare soluzioni tecniche volte al mantenimento di un ambiente marino integro e tutelato. La presenza dell’Area Marina Protetta di Portofino, lo stesso Parco Naturale di Portofino, sono realtà di tutela e conservazione che hanno garantito, in questi anni, un livello della qualità ambientale elevato e una protezione degli habitat naturali efficace.

Il protocollo d’intesa, anche alla luce delle nuove forme di turismo che si stanno sviluppando nel comprensorio (per esempio il turismo crocieristico) vuole costituire un elemento di programmazione congiunta di gestione del territorio partendo, in una prima fase, dal mettere a punto sistemi di pronto intervento, coordinati dalla Capitaneria di Porto, di fronte a sversamenti accidentali in mare di lieve entità.
A questo riguardo si stanno completando le acquisizioni di idonei strumenti di contenimento e di piani specifici d’intervento con formazione di apposito personale.