Published On: Gio, Feb 21st, 2019

Fallimento del Qui! Group (genovese), una bastonata per migliaia di esercenti che aggrava l’economia ligure

Va in crisi tutto il settore dei buoni pasto il fallimento dell’operatore Qui Group.
Già da quasi un anno gli utenti che da settimane si vedevano rifiutare l’utilizzo dei buoni pasto targati QUI! Group.

Il Gruppo genovese non rispettava i termini dei rimborsi, e ne attribuiva la causa dei ritardi con cui la Consip provvedeva ai rimborsi.  Nel 2016 Consip aveva assegnato a Qui! group un miliardo di euro.
Consip è la centrale acquisti della pubblica amministrazione italiana, una società per azioni il cui unico azionista è il Ministero dell’economia e delle finanze.

A causa del fallimento del gruppo che gestisce i ticket dei buoni pasto, decine di migliaia tra bar e ristoranti -che devono recuperare il corrispettivo dei buoni pasto QUI! dati loro dai dipendenti di migliaia di aziende- rischiano a loro volta di fallire.

Per l’ on. Cassinelli di Forza Italia “Le imprese che stanno pagando il conto più salato sono quelle di Genova e della Liguria, dove l’azienda aveva sede, già colpite dalla crisi post crollo ponte Morandi. Dopo un primo e unico incontro al Mise, a seguito del fallimento di Qui! Group, i rappresentanti delle associazioni di categoria non hanno ricevuto più alcuna comunicazione. Per questo motivo ho presentato una interrogazione urgente al ministro Di Maio…”