Published On: Ven, Dic 13th, 2019

Ferrovie in Liguria: meglio sulla Genova-Milano, male per i container di Vado

Importante inaugurazione in Liguria di Vado Gateway, la piattaforma contenitori realizzata da APM Terminals, una costola del colosso mondiale dei container Maersk, ma con partecipazione azionaria cinese al 49,9%.
E’ la più importante e innovativa infrastruttura portuale realizzata negli ultimi anni in Italia: un terminal che potrà contenere fino a 900 mila container e che sarà un hub fondamentale del Mediterraneo.

Per i PD Lunardon e Mauro Righello “Ci sono voluti più di 15 anni e svariati governi – nazionali e regionali – per arrivare a questo risultato. I primi a lanciare l’idea dell’opera e a mettere le basi che avrebbero poi portato alla firma del primo accordo di programma sono stati il Governo Prodi, la Giunta ligure guidata da Claudio Burlando, gli ex sindaci di Vado Ligure Roberto Peluffo prima e Carlo Giacobbe poi e l’Autorità portuale, all’epoca di Savona, presieduta da Rino Canavese. Dalla discussione sulla piattaforma di Vado partì anche l’idea dell’autonomia finanziaria dei porti e della compartecipazione al gettito Iva: un tema ancora attuale e che purtroppo nessuno è riuscito a concretizzare in modo significativo.

Ma se oggi si festeggia la realizzazione di un terminal così all’avanguardia, non possiamo ignorare il fatto che manchino ancora le infrastrutture viarie e ferroviarie per collegare la piattaforma. Senza opere come la nuova strada di scorrimento, i nuovi varchi doganali, la messa a punto del raccordo ferroviario, il nuovo casello di Bossarino e la messa in sicurezza dei corsi d’acqua che conferiscono nella zona della piattaforma il terminal non potrà lavorare al cento per cento.

GENOVA. A partire dal 15 dicembre prossimo, con l’entrata in vigore del nuovo orario ferroviario invernale, i pendolari della tratta Milano-Genova potranno usufruire di due collegamenti in più, grazie a risorse messe a disposizione da Regione Liguria e Regione Lombardia in cofinanziamento. Nel dettaglio, i due treni aggiuntivi della tratta saranno i treni Regionali 2162 e 2163. Il primo partirà da Genova Brignole alle 6:05 e da Genova Piazza Principe alle 6:13 per arrivare alle stazioni milanesi di Rogoredo (7:53), Lambrate (8:06) e Certosa (8:22).
Il secondo partirà invece da Milano Porta Garibaldi alle 17:15 per arrivare a Genova Piazza Principe alle 19,25 e terminare la sua corsa a Genova Brignole alle 19:43. Fermate intermedie saranno: Milano Lambrate (17:29), Milano Rogoredo (17:42), Pavia (18:03), Voghera (18:21), Tortona (18:33), Arquata Scrivia (18.48), Ronco Scrivia (18:59).