Published On: Mar, Mar 6th, 2012

Festa della donna: presidi, proiezioni e spettacoli teatrali

SESTRI LEVANTE. Due eventi per ricordare la festa della donna, ribadire il suo significato ricordando alcune grandi donne che hanno sacrificato la loro vita in nome dell’emancipazione o della lotta per il proprio posto di lavoro.

Domani mercoledì 7 marzo all’auditorium di Villa Sottanis, Casarza Ligure, Anpi e Comune di Casarza Ligure organizzano la serata Donne Resistenti. Il presidente provinciale dell’Anpi Massimo Bisca presenterà e commenterà il video Donne per la libertà.

Nel pomeriggio di giovedi 8 marzo nasce su iniziativa di un gruppo indipendente di donne della città, madri e lavoratrici, un presidio simbolico per le vie di Sestri Levante, presumibilmente intorno alle 18 nel centro storico della città. Supportate da dati aggiornati le organizzatrici illustreranno le ultime, agghiaccianti statistiche riguardanti l’aumento esponenziale della violenza sulle donne nel nostro Paese. Chiunque può partecipare alla lettura e al momento di riflessione che ne seguirà e dal quale nascerà uno striscione che verrà simbolicamente esposto per le vie cittadine.

Giovedì 8 marzo l’associazione culturale antirazzista indipendente Acari ha deciso di ricordare Ilaria Alpi, giornalista di Rai 3 uccisa il 20 Marzo del 1994 a Mogadiscio, in forma teatrale, con uno spettacolo che si terrà alle 22 al cinema teatro Lux di piazza Matteotti a Sestri Levante: Ilaria Alpi. Donna, giornalista. La sua storia. Come si legge nel comunicato dell’associazione:“contrariamente a quanti, fra uomini e donne, pensano che l’8 Marzo sia la ricorrenza del primo spogliarello maschile in un locale pubblico, questa ricorrenza ha radici ben più serie e drammatiche. Forse sarebbe da considerare come il giorno della riflessione sulla condizione femminile. Forse sarebbe meglio indagare nella memoria per ricostruire un punto di partenza. Senza andare troppo lontano ci sono storie di donne coraggiose che il loro coraggio hanno pagato con la vita. Possiamo parlare di tre donne che si sono ribellate alla ndrangheta, Lea sciolta in50 litridi acido, Concetta suicidatasi sempre nell’acido, Giuseppina salvata per miracolo dalla sua stessa famiglia che la voleva morta. Oppure possiamo parlare di Anna Politkvoskaja famosa per i suoi reportage dalla Cecenia e per la sua opposizione al neo rieletto Putin (ancor oggi considerato il mandante dell’omicidio), uccisa a Mosca il 7 ottobre del 2006. Abbiamo deciso invece di parlare e di ricordare un’altra grande giornalista, Ilaria Alpi, giornalista di Rai3 uccisa il 20 Marzo del1994 a Mogadiscio insieme all’operatore Miran Hrovatin”.

Leave a comment

XHTML: You can use these html tags: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>