Published On: Mer, Gen 18th, 2012

Fiera di Sant’Antonio, bilancio 2012

 

Meno borseggi rispetto al 2011: si conclude con il segno più la fiera di  sant’Antonio, svoltasi sabato a Chiavari 14 e domenica 15 gennaio. Erano 484 le  bancarelle disposte in tutto il centro storico (via Rivarola è stata occupata  per metà, sgombera per l’incendio divampato giovedì scorso), 42 quelle agricole
disposte lungo viale Kasman: la fiera ha portato come ogni anno un ottimo  afflusso di gente, riversa per tutta la città.
L’evento ha coinvolto diverse forze dell’ordine, pronte a prestare servizio nel weekend: 54 i Carabinieri, compresi quelli in abiti civili, che hanno seguito la fiera sia a piedi che in  auto; 205 i cittadini controllati, 51 dei quali di origine straniera. Tra  questi, un marocchino è stato denunciato perché senza permessi e senza patente  di guida: su di lui sono state subito avviate le procedure per l’espulsione sul  territorio nazionale. Positivo anche il bilancio della Guardia di finanza: solo  quattro le sanzioni effettuate per venditori che non avevano effettuato lo  scontrino fiscale; due invece i sequestri di merce contraffatta da venditori  ambulanti abusivi stranieri. La Polizia municipale ha segnalato poi un  borseggio in piazza Cavour. Apprezzata anche la recente disposizione dei  banchi, che ha permesso un passaggio più fluido delle persone, anche se non  sono mancate “code” temporanee in corso Dante e via Trieste, tra le strade più  ricche di pedoni.