Published On: Lun, Set 25th, 2017

Finanziamenti a micro, piccole e medie imprese per acquisti informatici

Con la delibera del 10/7/2017 il Cipe (Comitato Interministeriale programmazione economica) ha assegnato la somma di  67.456.321 euro al Ministero per lo sviluppo economico  per il finanziamento, a favore di micro, piccole e medie imprese,  di contributi diretti a favorire la digitalizzazione dei processi aziendali e l’ammodernamento tecnologico (art. 6 DL 145/2013). Il totale disponibile da suddividere per le varie Regioni e’ di 100 milioni di euro.  Il contributo a fondo perso (sotto forma di Voucher) per ciascuna azienda e’ del 50% sugli investimenti.

L’agevolazione massima ottenibile e’ di  10.000 euro e verrà concessa alle imprese  per l’acquisto di software, hardware o servizi che consentano il miglioramento dell’efficienza aziendale e la modernizzazione dell’organizzazione del lavoro, tale da favorire l’utilizzo di strumenti tecnologici e forme di flessibilità (es. telelavoro, e-commerce, connettività a banda larga e ultra-larga); per permettere il collegamento alla rete internet mediante la tecnologia satellitare, per finanziare la formazione qualificata, nel campo ICT, del personale.

A inizi ottobre dovrebbero uscire i dettagli per le date di presentazione delle pratiche.
Questa misura e’ riferita al vecchio bando di due anni fa che poi per via del trasferimento fondi da parte del Governo non e’ mai stato attuato, adesso sembra la volta buona.

Ecco un dettaglio delle spese ammissibili:

L’acquisto di hardware, software e servizi di consulenza specialistica strettamente finalizzati alla digitalizzazione dei processi aziendali.
L’acquisto di hardware, software e servizi di consulenza specialistica strettamente finalizzati alla modernizzazione dell’organizzazione del lavoro, con particolare riferimento all’utilizzo di strumenti tecnologici e all’introduzione di forme di flessibilità del lavoro, tra cui il telelavoro.

L’acquisto di hardware, software, inclusi software specifici per la gestione delle transazioni on-line e per i sistemi di sicurezza della connessione di rete, e servizi di consulenza specialistica strettamente finalizzati allo sviluppo di soluzioni di e-commerce.
Le spese per realizzazione delle opere infrastrutturali e tecniche, quali lavori di fornitura, posa, attestazione, collaudo dei cavi, e ai costi di dotazione e installazione degli apparati necessari alla connettività a banda larga e ultralarga.
Le spese relative all’acquisto e all’attivazione di decoder e parabole per il collegamento alla rete internet mediante la tecnologia satellitare.
Le spese per la partecipazione a corsi e per l’acquisizione di servizi di formazione qualificata.

Per chiarimenti: consulente Sandro Biasotti, tel. 393/9388053