Published On: Mer, Gen 20th, 2016

Forze dell’ordine, discussi a Rapallo risultati e progetti futuri

Si è tenuta alle 11:30 di oggi nella Camera di Consiglio del Comune di Rapallo — in occasione della festa di S. Sebastiano, patrono della polizia urbana — la presentazione di una relazione sull’attività delle forze dell’ordine municipali nel corso dell’anno 2015. Grande partecipazione da parte degli agenti, con la presenza di rappresentanti di Polizia Municipale, Guardia di Finanza, Arma dei Carabinieri, Protezione Civile e Croce Bianca Rapallese.

Grande soddisfazione nell’operato delle forze dell’ordine è stato espresso dal sindaco Carlo Bagnasco, che ha commentato: «l’amministrazione è enormemente soddisfatta soprattutto della sinergia fra diversi corpi, ad esempio Polizia e Carabinieri, anche al di fuori del territorio comunale». Particolare attenzione è stata portata dal sindaco al sistema di videosorveglianza voluto dalla giunta Campodonico, grazie al quale «furti di scooter e altra microcriminalità sono stati ridotti in tempi brevissimi». Un ulteriore ampliamento della rete di telecamere è previsto anche nelle zone di periferia, in concomitanza coi lavori di rifacimento dell’illuminazione pubblica.

Concorde nella soddisfazione come negli intenti il Consigliere alla Sicurezza Walter Cardinali, secondo il quale «gli abitanti di periferia non devono sentirsi cittadini di serie B; i residenti spesso lamentano l’assenza di poliziotti o carabinieri nel proprio quartiere, ma oggi la tecnologia sopperisce alla presenza fisica e la sorveglianza elettronica permette un controllo a posteriori andando indietro anche di giorni».

«È importante mantenere i vigili e gli altri collaboratori alla sicurezza sempre all’avanguardia», ha proseguito il sindaco, che ha annunciato l’acquisizione da parte del Comune di diversi veicoli elettrici da mettere a disposizione delle forze dell’ordine a partire dagli inizi di aprile. Al momento in prova, fra gli altri acquisti, anche un esemplare di motocicletta “Zero”, modello elettrico a emissioni zero in dotazione all’esercito americano, di grande potenza e lunga autonomia (circa 380 chilometri per ricarica). Sorge certo spontaneo chiedersi se tali investimenti siano realmente necessari per una realtà come quella rapallese, ma non si può che encomiare in questo caso lo spirito ambientalista dell’amministrazione.

Sciorinate poi alcune cifre sugli interventi delle forze dell’ordine nell’annata 2015: 308 gli incidenti stradali, con 115 feriti ma nessun decesso; 38 sequestri veicolari, più di 12.000 interventi per violazioni al codice stradale, 641 prodotti sottoposti a sequestro merceologico a seguito di interventi su venditori ambulanti; 34 le copie di filmati rilasciate a terzi a supporto di indagini regionali e nazionali. «Rapallo è una fra le città più sicure della Liguria», ha commentato Bagnasco, «ma occorre ancora intervenire sulla percezione del cittadino, che si sente più sicuro se vede fisicamente la divisa in strada». Sentimento echeggiato da Cardinali, che lamenta l’imminente riduzione dell’organico di Polizia Municipale dalle 37 alle 33 unità; previste graduatorie per l’assunzione di nuovi vigili, ma con incarichi a termine limitati a 5 mesi di servizio.

E tornando sulla percezione degli agenti di sicurezza da parte della cittadinanza, «occorre partire dalle scuole per presentare le forze dell’ordine come amiche e aiutanti, anziché castigatrici», ha concluso il sindaco. Sul tavolo quindi progetti educativi in tal senso, mentre è stata registrata con soddisfazione l’ampia partecipazione degli studenti ai programmi già attivi di educazione stradale.

Presentata una relazione sull'operato degli agenti rapallesi

Presentata una relazione sull’operato degli agenti rapallesi

Leave a comment

XHTML: You can use these html tags: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>