Published On: Gio, Ott 26th, 2017

Fungaioli e cacciatori, problema risolto non sovrapponendo le date

In una nazione dove l’intelligenza è in caduta libera, è difficile persino risolvere un nodo come quello dei rischi che corrono i fungaioli. Domenica scorsa un cercatore di funghi è morto, colpito da un cacciatore di cinghiali. In quel caso l’errore è stato duplice, perché ormai chiunque sa che il mercoledi e la domenica (o nei due giorni alla settimana riservati alla caccia ai cinghiali) è sacrosanto non andare nei boschi, tanto più nei luoghi segnalati da battute di caccia. Comunque, anche nel caso in cui si entri nel giorno sbagliato in una zona di caccia, è bene mettersi il giubbotto di emergenza della auto, invece che andare nei boschi con la mimetica. Ricordiamo che un proiettile da cinghiali può viaggiare per un chilometro e mezzo ed essere comunque mortale per un uomo. Inoltre la direzione di una fucilata con in canna proiettile da cinghiale dovrebbe sempre essere rivolta verso il basso e mai verso una roccia (rischio di essere colpiti di rimbalzo).

A questo punto, visto che le persone non sono più autocefale e dotate di buon senso, sarà il caso di vietare la ricerca di funghi nei due giorni della settimana in cui si va a caccia. Mantenere le due possibilità negli stessi luoghi sarebbe stupido, come lo sarebbe anche utilizzare altre scappatoie come l’obbligo di giubbotto.