Garagisti del vino, torna la competizione

Vino in garage: torna la competizione dedicata ai produttori amatoriali. Il Garage Wines Contest è il primo concorso Internazionale riservato ai produttori di vino non professionisti e quindi necessariamente dilettanti, produttori di vino per passione, senza alcun scopo di lucro, privi di partita iva o di aziende agricole alle spalle. Non sappiammo bene perché in italiano garagista suoni così divertente mentre per i nostri cugini francesi la locuzione Vins du Garage (http://en.wikipedia.org/wiki/Garagistes) indichi una categoria di vini considerati rari, preziosi e oggetto di culto. Per loro l’importante non è dove il vino viene fatto, ma come viene fatto, seguito e coccolato con la cura maniacale che a questi microproduttori è ampiamente riconosciuta. “La terza edizione di questo concorso invece si rivolge ai numerosi appassionati che qualche bottiglia vorrebbero provare a farla, per curiosità o per amore verso il proprio territorio, perché hanno un paio di filari in campagna o perché hanno una cantina e vogliono lanciarsi in questo gioco divertente che è fare il vino – spiega Luca Risso, blogger appassionato di vino, in particolare quello casalingo -. L’obiettivo è semplicissimo, e difficilissimo allo stesso tempo: realizzare un vino senza difetti grossolani, puzze e ossidazioni, e se poi il corpo sarà un po’ esile, l’acidità un po’ sopra le righe o al contrario latitante, pazienza, il vostro sarà sempre il vino più buono del mondo”.

Terroir Vino, insieme a Vinix Unplugged è una manifestazione che ormai da anni si contraddistinge per la capacità di coinvolgere la maggior parte dei protagonisti dell’informazione enogastronomica online. E’ un momento di degustazione certo ma anche di confronto diretto e di relazione tra i vari protagonisti del settore: da qui l’ideadi creare un piccolo contest per garagisti dilettanti che si terrà proprio durante la cena di Vinix Unplugged che precede Terroir Vino. Ogni interessato potrà sottoporre un campione del proprio vino in assaggio alla Commissione degustatrice di TigullioVino (preferibilmente dell’ultima annata ma andrà bene anche dell’annata precedente), che selezionerà i migliori. Ai garagisti selezionati sarà proposto di partecipare personalmente alla finale con i migliori dieci vini domenica 10 giugno 2012, direttamente ai Magazzini del Cotone, dove la commissione mista diretta da Luca Risso sarà chiamata a decretare il vincitore. Come nelle precedenti edizioni, ogni produttore che desideri partecipare è invitato innanzitutto a inviare una e-mail a gwc@tigulliovino.it indicando, oltre al proprio nome e cognome, l’indirizzo di residenza e l’indirizzo e-mail, un numero di cellulare e il tipo di vino che intende presentare, indicando vitigno e annata. Tra gli habituè delle prime edizioni troviamo anche il casarzese Enrico Perego, che ha stravinto il primo anno con il suo Cabernet proveniente dai filari della collina di Verici, e Angelo Carozzo da Castiglione Chiavarese, che ha partecipato anche l’anno scorso con la sua bianchetta Casali.

Leave a comment

XHTML: You can use these html tags: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>