Published On: Mer, Lug 5th, 2017

Genova, Elisa Serafini: No al numero chiuso in spiaggia. Ok solo per le 5 Terre

Elisa Serafini, giovane politica di matrice liberale (ce ne fosse il 99%, nei diversi schieramenti andrebbe molto meglio per il Paese) e neo assessora al Marketing territoriale e Politiche giovanili, dice No al numero chiuso nelle spiagge genovesi.
L’opzione va bene per località piccole e molto frequentate, come le Cinque Terre, non a Genova, dove il fronte mare (che per noi di Tigullio News non può essere modellato sul Blue Print di Piano) è ampio ed esteso -soprattutto in corso Italia.
Inoltre, le oltre 30 spiagge libere genovesi sono “opportunità da non perdere”, e il numero chiuso non ha senso. Elisa Serafini aggiunge: “I visitatori portano indotto per le nostre attività commerciali. Ogni famiglia può spendere dai 25 fino ai 90 euro sul territorio, in una sola giornata, soldi che rimangono nelle tasche dei genovesi e che contribuiscono allo sviluppo economico e occupazionale della città.” Concorda anche Paolo Bordilli, assessore al Turismo.