Published On: Lun, Feb 8th, 2016

Genova Sturla più servita dai treni di Rapallo o Chiavari o Lavagna. Una semplice tabella smentisce la matematica boleana di Trenitalia e Regione

Paolo Smeraldi, cofondatore del Gruppo Facebook “Pendolari in treno del Tigullio e dell’entroterra”, ha creato una tabella con le fermate di tutti i treni fra Brignole e Riva Trigoso, per avere un’idea più precisa se le città più popolose siano servite da più o meno treni rispetto a quelle più piccole. Chissà se questo confronto statistico e tabellare è mai stato fatto dai funzionari di Regione e Trenitalia. A giudicare dai risultati…

Il risultato è quello solito della Liguria: la “area metropolitana di Genova” che include il Tigullio non esiste nei fatti. Al solito, Genova si mangia tutte le risorse, a scapito di tutti i liguri, tanto che Quarto, Quinto o Nervi hanno più fermate di Rapallo o Chiavari o Lavagna, che hanno popolazione superiore e necessità di pendolarismo più alte.

“Per esempio, se da Quarto andate verso Genova potete scegliere 55 treni. Se invece partite da Lavagna, avete solo 32 treni, perchè non ci sono i metropolitani. Lavagna però è più grossa di Quarto, ma evidentemente la regione Liguria e le ferrovie pensano che non gliene frega niente.
Del resto anche se partite da Chiavari avete meno treni di uno che parte da Quarto. In pratica, l’indice permette di capire quali sono le località più o meno servite. Inoltre, chiaramente il fatto che alcune località più piccole ma più vicine a Genova siano servite da più treni, va ad evidente svantaggio di località più lontane da Genova. I dati mi sembrano molto interessanti.”

fermate e popolazione sestri brignole
Scrive Smeraldi: “Per esempio, la nostra richiesta di ridurre le fermate nell’area genovese appare adesso molto più ragionevole; perchè Nervi deve essere servita meglio di Chiavari o Rapallo?
Ho scoperto che esistono ancora diversi treni che fermano a Pontetto e Mulinetti, anche se mi chiedo che senso abbia mantenere queste stazioni, come pure Cavi e la stessa Riva Trigoso.
Questo dato non tiene conto del tipo di treni: un conto è essere serviti dal Freccia bianca e da un intercity e un conto essere serviti da un localaccio.
Però è vero che anche se a Rapallo arriva il Freccia bianca, tutte quelle fermate dei locali nell’area genovese le paghiamo anche noi del Tigullio in termini di tempo.
In altre parole se i treni non fermassero così tanto, non avremmo bisogno di prendere l’intercity.”
treni genova spezia

Displaying 2 Comments
Have Your Say
  1. Ms ha detto:

    Poi un altro punto, Sestri viene contata 18mila abitanti. Ma tutti quelli di Casarza e della Val Petronio dove vanno a prendere il treno? E così vale per molti altri centri.. Recco dovrebbe inglobare quanto meno Uscio e Avegno, Chiavari con Leivi e Carasco, da Sansalvatore di Cogorno il treno lo prendo a Lavagna.
    Infine ricordiamoci che il Comune di genova ha 587mila abitanti, il tigullio con entroterra non arriva a 120mila. Vabene il servizio essenziale, ma accanirsi contro Genova madre matrigna mi pare veramente un po desueto e controproducente.

  2. Ms ha detto:

    Trovo questa analisi almeno in parte fuorviante.
    L’analisi è stata proporzionata al fatto che in sede urbana gENOVESE circolano più treni? Trovo quantomeno curioso insinuare che a Quinto passano più treni che a Chiavari: a Quinto ci passano e fermano anche i treni urbani che fanno voltri/nervi, necessari alla mobilità del capoluogo. Treni all’interno del comune, fruibili con biglietto integrato degli autobus e in parte finanziati dalle casse del Comune di Genova.
    Poi nella prima tabella, risulta che a Sestri passino 155 treni, ma se uno passa sia a Riva che a Sestri vale doppio? Non sono mica due treni diversi. Questo sballa l’indice, infatti Sestri sembra molto più servita di Chiavari quando chi ci abita sa che non è vero.
    In più, escludendo Mulinetti che è veramente attaccata alla stazione di Recco e potrebbe effettivamente essere soppressa, trovo assolutamente controproducente esprimersi contro le stazioni di Cavi e ancora di più Riva. Riva Trigoso ha 4mila abitanti e molti anziani, credo che quei 13 treni che fermano possano essere un servizio minimo essenziale per La popolazione. La stessa cosa vale, anche se con numeri minori di popolazione in inverno (circa 400 abitanti), per Cavi.
    Infine attribuire ai quartieri di Quinto o Sturla un determinato numero di abitanti è ancora più fuorviante: uno da Apparizione che va a Sturla a prendere il regionale è contato? No, perchè vengono inseriti solo gli abitanti del quartiere dove è ubicata la stazione, senza pensare che a fruirne siano anche i quartieri limitrofi (es. Sturla ingloba SanMartino, Borgoratti, San Desiderio, Bavari, Apparizione ecc.).

Leave a comment

XHTML: You can use these html tags: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>