Published On: Gio, Mag 9th, 2013

Gestione delle acque e dei rifiuti, il convegno con una nota di Sivori

Si è svolto martedi sera presso la Sala Caboto a Riva Trigoso il convegno organizzato dal movimento civico Lavoro, Ambiente, Solidarietà, con le relazioni  tenute da Mauro Davì (architetto), Vincenzo Gueglio (editore e consigliere comunale) e Massimo Maugeri (Legambiente Tigullio). Dopo le relazioni il dibattito ha visto gli interventi di tre dei candidati sindaco (Valentina Ghio era impegnata in un altro incontro). La discussione si è articolata con molte somiglianze tra le posizioni dei diversi candidati su questi due argomenti. In sostanza il “No” al depuratore di Lavagna era esplicitato sia da Rossignotti, come da Tassano e da Sivori. Valentina Ghio invece approva le linee guida che sono state sottoscritte dai sindaci del Tigullio orientale con l’assessora Briano in Regione Liguria, secondo le quali il depuratore deve includere sia le valli di Sestri e Casarza, sia la sponda est dell’Entella. Al contrario gli altri candidati, con diverse sfumature (vedi Sivori sotto), preferiscono la soluzione per le sole Sestri, Castiglione e Casarza ligure. Rispetto alla gestione dei rifiuti, Martino Tassano pone in evidenza la necessità di compiere nel comprensorio anche il ciclo dei trattamenti della differenziata, per evitare che una nostra buccia di frutta finisca a Voghera (come avviene ora).
La discarica comunale -pur con i problemi evidenziati dai tre candidati presenti- dovrebbe essere mantenuta e anzi valorizzata, se possibile trasformandola in un centro industriale dove possa essere riciclato in parte l’umido (con la produzione di energia elettrica) ed altro eventuale materiale.

In relazione all’incontro, riceviamo e pubblichiamo una nota del candidato Massimo Sivori.

Il Candidato Sindaco Massimo Sivori, sostenuto dalle liste civiche “Massimo Sivori Sindaco”, “Il Popolo per Sestri” e “Sestri Più” ha preso parte nei giorni scorsi al partecipato dibattito pubblico sulla gestione delle acque e dei rifiuti organizzato dal movimento civico: “Lavoro, Ambiente, Solidarietà” di Sestri Levante e da Legambiente. Sivori si è trovato sostanzialmente d’accordo con quanto affermato in merito da Vincenzo Gueglio e da Massimo Maugeri di Legambiente, ed è intervenuto così in merito: “Il problema della gestione dei rifiuti è un problema molto serio, e come ben sappiamo non solo a livello comunale. Va quindi affrontato in un’ottica comprensoriale, studiando e valutando possibili soluzioni insieme agli altri comuni del nostro territorio.

La raccolta differenziata è un primo passo, ma va pianificata ed eseguita con criterio. Sono favorevole alla raccolta differenziata porta a porta, in particolare, per i grandi produttori di rifiuti (ristoranti, alberghi, esercizi commerciali, ecc.) permetterebbe di incrementare notevolmente le quantità dei materiali destinati al riciclo.

 Sivori, dopo attenta riflessione, oggi aggiunge: “Consapevole del fatto che la raccolta differenziata è in primo luogo una questione di educazione civica e ambientale, penso sarebbe importante affiancare qualsiasi iniziativa in merito ad adeguate campagne di sensibilizzazione, ad esempio attraverso incontri nelle scuole, e utilizzando tutti i più attuali canali di comunicazione”.

 Per quel che riguarda invece la depurazione delle acque Sivori afferma: “Non sono totalmente contrario al depuratore comprensoriale di Lavagna, a patto che, nei fatti, tutta l’operazione non sia soltanto un comodo mezzo per evitare le sanzioni dell’Unione Europea. E’ noto che  tutta la zona di Portobello a Sestri Levante soffre la presenza dell’attuale depuratore, è quindi indispensabile predisporre un piano B nel caso il progetto di Lavagna si rivelasse irrealizzabile, che sia pronto in tempi rapidi, da individuare in collaborazione con gli altri comuni”.
Incontro RSU a Riva

Leave a comment

XHTML: You can use these html tags: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>