Published On: Mar, Feb 28th, 2012

Giardini sensoriali e orti giardini: la valenza didattica degli spazi verdi

SESTRI LEVANTE. La visita di Libereso Guglielmi, lo scrittore-giardiniere che visse al servizio di Italo Calvino, ha lasciato un segno profondo. E’ passato circa un anno da quando, in compagnia delle insegnanti dell’asilo nido, fece un sopralluogo nella struttura da poco restaurata, osservò il giardino e fece schizzi per consigliare come sfruttare al meglio lo spazio, abbellendolo con piante che potessero convivere in armonia con i bambini e persino attirare farfalle. Da allora la volontà di dare una valenza didattica agli spazi verdi non si è mai fermata e il progetto per la ristrutturazione dell’asilo nido del Comune di Sestri Levante è stato l’occasione per ripensare più in generale il rapporto tra bambini e spazi verdi. Nasce ora un ciclo di conferenze dedicate proprio a questo tema, con tanti esperti sia in campo artistico, pedagogico e architettonico e che si apre con la conferenza curata da Barbara Biasotti del LabTer Tigullio, “Giardini sensoriali e orti giardini: la valenza didattica degli spazi verdi”, un’introduzione rispetto a quanto poi verrà affrontato nelle conferenze successive. Venerdì 2 marzo alle 17 nella sala Ado Vallerio Riccio interverranno inoltre l’Assessore alla Cultura e alle Politiche Sociali Valentina Ghio e la cooedinatrice pedagogica Marina Cinieri, che hanno curato e voluto il progetto assieme al LabTer: il ciclo di conferenze sul giardino sensoriale è infatti frutto di un lavoro di gruppo.

Il progetto dell’Ufficio tecnico del Comune di Sestri Levante per la ristrutturazione dell’asilo nido del Comune di Sestri Levante è stato l’occasione per ripensare più in generale il rapporto fra bambini e spazi verdi. Il giardino mangiabile, con piante, fiori, erbe ed alberi che consentano un’educazione al gusto e alla cura del verde, è stato proposto da Libereso Guglielmi, ospite del Comune di Sestri nel maggio 2011; il giardino odoroso, con la presenza di piante utili per la catena alimentare che incrementi la partecipazione di farfalle e uccelli, è stato proposto dal LabTer Tigullio; la valorizzazione di elementi naturali e artistici, il coordinamento pedagogico, struttura e gioco inseriti nella natura come l’acchiappanuvole, da Artura. Il ciclo di conferenze è rivolto agli operatori dei servizi per i bambini da 0 a 3 anni dei Distretti Socio-Sanitari del Tigullio, ma è aperto a famiglie e cittadini interessati perché la tematica coinvolge tutti. L’obiettivo è formare una cultura comune che consenta ai bambini un rapporto con la natura fra gioco e conoscenza del mondo.

Calendario delle conferenze, che si terranno a Palazzo Comunale, piazza Matteotti 3, nella Sala Espositiva, con orario 17,00 – 19,00.

Venerdì 2 marzo
Presentazione del progetto – Valentina Ghio, Assessore alla cultura
Rapporto bambini e natura – Marina Cinieri, coordinatore pedagogico
Giardini sensoriali ed orti giardini: la valenza didattica degli spazi verdi – LabTer Tigullio

Mercoledì 7marzo
Foglie, pietre e legni nel giardino – Alfredo Gioventù, scultore

Venerdì 16 marzo
Alberi e arbusti da frutta e piccoli frutti: come allestire un giardino da mangiare tutto l’anno – Prof. Siri, Ist. Marsano

Venerdì 23 marzo
Fiori ed erbe aromatiche commestibili
Colori, profumi, farfalle e altri insetti – Proff. Maimone e Giovannini

Mercoledì 28 marzo
Terra cruda: un materiale antico per costruire insieme – Giacomo Cassinelli, bioarchitetto, Gruppo Terra Terra

Mercoledì 4 aprile
La fotografia per documentare: elementi, materiali, metodologie – Orietta Bay, Associazione Carpe Diem

Leave a comment

XHTML: You can use these html tags: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>