Published On: Ven, Giu 20th, 2014

Giardino della Memoria: esercizi di mnemotecnica lungo il parco fluviale dell’Entella

A Chiavari sta per essere inaugurato il Giardino della Memoria, un percorso lungo Entella con esercizio di menotecnica. Idea molto interessante, diffusa in tutta Italia, da Lampedusa al Nord. Non dimenticare!

“GIARDINO DELLA MEMORIA ”, percorso costituito da 10  pannelli con l’indicazione di esercizi per a potenziare la memoria durante le passeggiate nel parco. Inaugurazione:

Lunedì 23 GIUGNO 2014 – ALLE ORE 10.00

 Foce del Parco Entella, Chiavari, nella zona compresa fra il Ponte della Ferrovia e il Ponte della Libertà. All’inaugurazione sarà presente l’Assessore ai Servizi Sociali del Comune di Chiavari Avv. Nicola Orecchia. Altri Enti coinvolti: Regione Liguria; AIMA Tigullio; Distretto Socio-sanitario 15 Chiavarese

 GIARDINO DELLA MEMORIA NEL PARCO FLUVIALE ENTELLA

   È un percorso costituito da 10  pannelli che aiuteranno a potenziare la vostra memoria mentre passeggiate nel parco. Ad ogni stazione è proposto un esercizio su un aspetto della memoria e delle funzioni correlate:

  • Nella prima parte viene definito il tipo  di memoria da allenare e il suo ruolo nella vita quotidiana,
  • poi segue un esercizio con diverse varianti,
  • infine viene dato un consiglio per la vita di tutti i giorni.

 E’ consigliabile avere con sé taccuino e matita. Gli esercizi possono essere svolti da soli o in compagnia, ogni volta che si accede al parco.

DIECI REGOLE PER MANTENERE IL CERVELLO IN SALUTE

Modena

Modena

AIMA TIGULLIO

 L’AIMA Tigullio è un’associazione di volontariato, nata a Chiavari nel 1994 per volere di alcuni famigliari e medici con le seguenti finalità:

– Realizzare interventi finalizzati al sostegno delle persone affette dalla malattia di Alzheimer e dei loro famigliari, proponendosi come punto di riferimento.

– Aiutare chi sta vicino al malato, infor-marlo e “formarlo” perché unisca all’amo-re per la persona colpita la competenza necessaria ad affrontare tutti gli aspetti della malattia.

–  Assistere i malati e i loro famigliari nei rapporti con presidi sanitari, case di cura ed enti pubblici.

– Studiare ed incentivare la costituzione di centri diurni.

–  Richiamare l’attenzione nei confronti di una malattia che sta diventando una delle principali cause di invalidità.

– Formare personale specializzato attra-verso corsi di studi specifici.

– Organizzare  convegni e tavole rotonde.

– Intervenire presso le forze politiche e le amministrazioni pubbliche al fine di promuovere il diritto alla salute, alla qualità della vita e la tutela giuridica del malato e dei famigliari.

Leave a comment

XHTML: You can use these html tags: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>