Published On: Gio, Giu 27th, 2019

Giovedi e Venerdi 28 giugno allerta meteo arancione per caldo. A Savona minima di 29,2°

GENOVA. Prima ondata di caldo: per le giornate di oggi, giovedì 27 giugno e domani, venerdì 28, il bollettino diffuso dal ministero della Salute ha confermato l’allerta arancione mentre per sabato 29 giugno è previsto il ritorno allo stato di pre-allerta gialla.

Nella notte, a Genova Centro Funzionale la minima è stata di 27.8 (10 gradi sopra la media del periodo) ma alle 5.00 si sono raggiunti 30.2 gradi, a Savona Istituto Nautico minima di 29.2 (11 sopra la media) con picco alle 2.00 di 29.4, a Imperia Osservatorio Meteo Sismico minima di 27.5 (+10 rispetto alla media) e alle 2.00 picco di 29.0, a La Spezia minima di 25.4 (+8) e picco alle 2.00 di 28.6.

Il 29.2 di Savona rappresenta in assoluta la minima più alta della regione; altri dati significativi per provincia: Cipressa (Imperia) 28.9, Sciarborasca (Genova) 28.1, Corniolo (La Spezia) 28.2. Al Colle di Nava (circa 1000 metri di quota nell’imperiese), il valore più basso di tutta la regione con 14.6 gradi.

Alle ore 11 la rete Omirl in tempo reale registrava come valore massimo i 35.9 di Pian dei Ratti (Genova), seguito da Cenesi (Savona) con 35.5 e Rocchetta Nervina (Imperia) con 35.4.

Il valore più alto a Genova, sempre alle 11, a Bolzaneto con 34.7 mentre al Centro Funzionale il termometro ha segnato 33.0 (ma alle 9.30 aveva toccato 34.2) con un tasso di umidità del 49%. Negli altri capoluoghi di provincia: Savona Istituto Nautico 31.3 (umidità al 54%), Imperia Osservatorio Meteo Sismico 31.0 (umidità al 52%), La Spezia 32.3 (umidità al 42%).

Quando la combinazione tra temperatura, umidità e inquinamento ambientale supera per un periodo di tempo prolungato i limiti previsti, si verifica infatti una situazione di potenziale pericolo per la salute dei soggetti maggiormente suscettibili. Scatta dunque il Piano caldo elaborato dalla task force creata da Alisa e guidata da Ernesto Palummeri, coordinatore del Centro di riferimento ligure per le ondate di calore, per definire e monitorare le azioni da mettere in campo in corrispondenza di particolari condizioni di rischio legate al caldo.

“Oggi è la prima giornata di allerta arancione – afferma la vicepresidente e assessore alla Sanità di Regione Liguria Sonia Viale – confermata anche per domani, venerdì 28, quando è previsto l’abbattimento di ponte Morandi. Si consiglia di bere molta acqua, evitando le bibite zuccherate o gassate, non uscire di casa nelle ore più calde della giornata oppure indossare abiti di cotone o lino di colori chiari.
Nell’ambito del Piano caldo, Alisa ha infatti individuato una serie di soggetti suscettibili alle ondate di calore in relazione all’età (ultra 65enni). Soggetti più a rischio: quelli con assunzione di particolari tipologie di farmaci, per patologie croniche, etc. Su tutto il territorio regionale ci sono 176.153 pazienti con rischio moderato (basso), 5.860 a rischio intermedio e 1.894 pazienti con rischio alto.