Published On: Mer, Ott 30th, 2019

Gli appuntamenti di giovedi 31 ottobre al Festival della Scienza di Genova

L’ottava giornata del Festival prosegue con altri eventi importanti come l’incontro con l’entomologo forense Stefano Vanin, e una tavola rotonda sugli effetti (anche curativi) dell’arte sul cervello, e con un incontro sull’importanza degli errori nella crescita dell’uomo.

Sono 16 gli appuntamenti, tra incontri e spettacoli, in programma giovedì 31 ottobre al Festival della Scienza di Genova. Gli 85 laboratori e le 25 mostre proseguono regolarmente, con apertura alle ore 9:00.

In Insetti, crimini e mummie (Palazzo Ducale, Sala del Minor Consiglio, ore 18:30) il presidente del GIEF e dell’EAFE Stefano Vanin spiega come l’entomologia forense si stia affermando nelle aule dei tribunali grazie alle preziose informazioni e tracce che possono rivelare gli insetti. Con Massimiano Bucchi, professore ordinario di Scienza, Tecnologia e Società all’Università di Trento, si analizza l’affascinante tema degli errori, scoprendone la valenza positiva per la crescita e lo sviluppo dell’essere umano (I migliori errori della nostra vita, Palazzo Ducale, Sala del Minor Consiglio, ore 21:30). Un altro importante incontro di giovedì 31 ottobre è Artisticamente (Palazzo Ducale, Sala del Maggior Consiglio, ore 18:00), tavola rotonda realizzata in collaborazione con IIT, con Rose-Marie Droes, Lamberto Maffei e Sarai van de Boel. Moderati da Fabio Benfenati, i relatori approfondiscono l’effetto dell’arte sul cervello umano, spiegando come l’esperienza artistica influisca in modo positivo sulla mente anche in caso di specifiche malattie neurologiche. L’incontro sarà preceduto da un prologo realizzato alla Galleria Nazionale di Palazzo Spinola (ore 14:00) con le storiche dell’arte Anna Manzitti e Hilda Camilla Ricaldone

Il dialogo tra due scienziati, Roberto Cerbino e Giorgio Scita, e un designer esperto di bionica, Carmelo di Bartolo, porta a esplorare il concetto di elemento da molti punti di vista, dalla geometria alla biologia e la fisica, passando dalla dimensione micro, propria della cellula, alla macro dei tessuti e a quella sistemica, degli organismi viventi. L’incontro, dal titolo Tra scienza e design, è moderato da Assunta Croce ed è in programma alle 21:00 nella Sala del Maggior Consiglio di Palazzo Ducale. A Patrizia Caraveo, astrofisica e dirigente di ricerca all’INAF, moderata da Walter Riva dell’Osservatorio Astronomico del Righi, il compito di interrogarsi sulla presenza di un’altra Terra e sulle altre forme di vita (I marziani siamo noi, Galata Museo del Mare, Auditorium, ore 17:00), mentre a Marco Simoni, presidente di Human Technopole e a Franco Toffoletto, avvocato esperto di diritto del lavoro,quello di affrontare il tema dell’impatto delle tecnologie sul mondo del lavoro e sugli impieghi del futuro (Lavorare nel mondo che cambia, Acquario di Genova, Auditorium, ore 17:00).

In Sala Trasparenza di Regione Liguria (ore 17:00), Luigi Carlo Bottaro, Massimo Giovale, Andrea Giusti e Stefano Rampoldi, moderati da Gerolamo Bianchi, illustrano in Più equilibrio, meno cadute l’innovativo progetto di ASL3 per la prevenzione delle cadute negli anziani, basato su una tecnologia innovativa che mira al recupero dell’equilibrio. Adriana Albini, professore di Prima Fascia di Patologia Generale all’Università di Milano-Bicocca, e Simonetta Fraschetti, professore ordinario di Ecologia dell’Università degli Studi di Napoli Federico II, svelano in Il mare che cura quali importanti farmaci di domani si celano nelle alghe e negli organismi marini (Palazzo della Borsa, Sala delle Grida, ore 17:30). Due gli spettacoli in programma per giovedì 31 ottobre: L’universo in una scatolacon Antonio Zoccoli, presidente dell’INFN, con incursioni musicali della Banda dell’Uku e reading di Maria Giulia Scarcella (Teatro della Tosse, Sala Trionfo, ore 21:00), mentre Donatella Giovannangeli, Paolo Sentinelli e Fabrizio Vitali portano in scena Un due tre, Stella! (Teatro della Tosse, La Claque, ore 19:00).