Published On: Mer, Dic 16th, 2015

Gli arredi processionali della confraternita di Santa Caterina esposti in una mostra al Musel

Tesori di Santa Caterina di Alessandria al MuSel di Sestri Levante
Mostra degli arredi processionali dal 19 dicembre 2015 – al 19 febbraio 2016 
Inaugurazione sabato 19 dicembre, ore 16.00 – Palazzo Fascie, Corso Colombo 50 – Sestri levante

I Tesori di Santa Caterina di Alessandria” è il titolo della mostra che viene inaugurata sabato 19 dicembre (ore 16.00) al MuSel (Palazzo Fascie, Corso Colombo 50 – Sestri Levante). La mostra resterà aperta per i visitatori fino al 19 febbraio ed è promossa dal Comune di Sestri Levante, dal MuSel e dalla
Confraternita dei Disciplinati di Santa Caterina V. M., con la fondamentale collaborazione della Curia vescovile della Diocesi di Chiavari, della Soprintendenza alle Belle Arti e Paesaggio della Liguria e dell’Archivio di Stato di Genova.
L’allestimento al MuSel è stato curato da Fabrizio Benente e da Pietro Landriani, con la collaborazione di Lucio Basadonne per le parti multimediali. Vengono esposti al pubblico gli arredi processionali settecenteschi in argento che costituiscono patrimonio della confraternita e che sono uno dei corredi sacri meglio conservati della Liguria. Si tratta dei “pastorali” e dei “sargentini”, ossia delle mazze
processionali che costituiscono il principale segno di riconoscimento della Confraternita. La figura della Santa è rappresentata nell’atto di impugnare una ruota spezzata, simbolo del martirio subito. Durante le processioni vengono portate dai Priori e da coloro che hanno il compito di guidare la processione. Sono esposti in vetrina i “paci” in argento, ossia le “impronte”, segno distintivo da porre sul “tabarrino” in velluto ricamato che viene indossato dai Priori nelle occasioni più importanti e solenni. Sono esposti i “capicroce” in argento del Crocefisso processionale seicentesco di Giovanni Battista Bissoni, con l’immagine di Santa Caterina d’Alessandria, San Giovanni Battista, San Nicola di Bari.
La storia della confraternita dei Disciplinati di Santa Caterina a Sestri Levante è narrata grazie a pannelli, immagini e testi esplicativi. Sono esposti alcuni importanti documenti inediti dell’Archivio di Stato di Genova. Particolare attenzione viene rivolta alla storia della realizzazione della cassa processionale lignea di Santa Caterina, realizzata da Anton Maria Maragliano nel 1735/36. Si tratta di uno dei capolavori della maturità del Maragliano. La cassa è stata concepita con una struttura
piramidale ampia e scenografica, che raccorda e coordina ben 14 figure. Davanti ai nostri occhi, le statue si animano, nel movimento a spirale dell’accadimento sacro, nell’esatto istante della miracolosa rottura della ruota uncinata. Al centro domina la fede e la commozione di Caterina in preghiera. I volti dei carnefici rivelano sorpresa, stupore, sbigottimento. L’irruzione degli angeli veicola il soccorso divino ma già prefigura la successiva decapitazione della Santa. Tutto questo viene narrato grazie ad un documentario realizzato durante le recenti operazioni di restauro della cassa lignea e in occasione delle recenti celebrazioni.
La mostra costituisce un appuntamento di grande prestigio e importanza per il MuSel, che per due mesi rinnova l’allestimento di una delle sue sale. La mostra sarà visitabile negli orari di apertura del servizio con pagamento del solo biglietto di ingresso al museo. Dal 22 al 24 dicembre e dal 29 al 31 dicembre sono previste visite guidate ed ingresso alla mostra gratuiti con inizio alle ore 10.00. A gennaio e febbraio saranno programmati momenti di approfondimento culturale sui temi della mostra (i
documenti d’archivio, la cassa processionale del Maragliano, ecc.).
Il MuSel rivolge un particolare ringraziamento a Luigi Gueglio (Priore Confraternita dei Disciplinati di Santa Caterina V.M.), Angela Acordon (Soprintendenza Belle Arti e Paesaggio della Liguria, Roberto Santamaria (Archivio di Stato di Genova) e a Monsignor Francesco Isetti (Ufficio di Curia Arte Sacra e Beni Culturali della Diocesi di Chiavari).
In occasione dell’inaugurazione (sabato 19 dicembre, ore 16.00) la visita alla mostra e al terzo piano del MuSel saranno ad ingresso libero. Al termine è previsto un breve scambio di auguri, con brindisi gentilmente offerto dalla “Sciamadda dei vinaccieri Ballerini”.
Tutti sono invitati.
Fabrizio Benente                           Il Sindaco
Direttore scientifico MuSel      Valentina Ghio

Oratorio di Santa Caterina, curato dalla omonima confraternita (Sestri L.)

Oratorio di Santa Caterina, curato dalla omonima confraternita (Sestri L.)

Processione. Litografia di Eugenio Raffo

Processione. Litografia di Eugenio Raffo

Leave a comment

XHTML: You can use these html tags: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>