Published On: Gio, Lug 4th, 2013

Grande concerto a Rapallo: classica e jazz, dialogo tra due pianisti

Un grande evento musicale e culturale: il pianista jazz Andrea Pozza ed il pianista classico Andrea Bacchetti, grandi talenti del panismo italiano i cui meriti sono già stati più volte unanimemente riconosciuti in ambito internazionale, danno vita ad un originale concerto per due pianoforti che vedrà dialogare insieme due linguaggi musicali diversi ma soprattutto due straordinari musicisti conosciuti, apprezzati ed applauditi in tutto il mondo per i loro indiscutibili meriti artistici.
Il concerto si svolgerà in forma di dialogo sonoro e prevede un ricco botta-e risposta tra i due pianisti che, per l’occasione, hanno scelto di interpretare brani composti da autori aventi in vario modo a che fare sia con il jazz che con la classica. Ecco dunque che si ascolteranno Bach, Mozart e Duke Ellington, Mendelssohn e Bud Powell, Claude Debussy, Chopin e Thelonious Monk, Bela Bartok e Bill Evans, Hector Villa Lobos, Berio e lo stesso Andrea Pozza.

Andrea Bacchetti ha recentemente pubblicato in esclusica per Sony il primo CD dedicato alla Bach Edition con le Suite Francesi e proprio in questi giorni uscira’ il CD “The Scarlatti Restored Manuscrupt”; si tratta del progetto finalizzato alla
riscoperta di manoscritti autentici ed originali. Anche questi dischi come i precedenti hanno raccolto consensi autorevoli sia dalla stampa specializzata internazionale che dalla stampa specializzata europea, dall’Europa agli Stati Uniti, dal Giappone al Sud America.

Andrea Pozza si considera “madrelingua jazz”. Pianista eclettico capace di affrontare con grande disinvoltura qualsiasi repertorio, è attivo sulla scena jazzistica nazionale ed internazionale da circa 30 anni ed è riconosciuto dalla critica e dal
pubblico come una delle personalità più rappresentative in ambito jazz attualmente in circolazione. Ha debuttato a soli 13 anni e ad oggi vanta collaborazioni importanti con quelli che sono da considerarsi i “mostri sacri” del jazz: Harry “Sweet” Edison, Bobby Durham, Chet Baker, Al Grey, Scott Hamilton, Steve Grossman, George Coleman, Charlie Mariano, Lee Konitz, Sal Nistico, Massimo Urbani, Luciano Milanese e molti altri ancora.
Andrea Pozza è protagonista di numerosi progetti discografici a suo nome. L’album più recente è “A Jellyfish From The Bosphorus” (ABEAT REC, 2013) in trio con Aldo Zunino al contrabbasso e Shane Forbes alla batteria che sarà presentato
ufficialmente alla stampa il prossimo 16 luglio a Genova in un evento ad ingresso libero aperto alla cittadinanza.
E’ facilmente immaginabile come uno scambio di questo livello artistico costituisca un evento di assoluto rilievo per il mondo musicale , regalando al pubblico la scoperta che musica classica e jazz possono accostarsi, sfiorarsi, a volte anche
mescolarsi dando vita ad un dialogo suggestivo e spettacolare.

ANDREA POZZA
Biografia
Andrea Pozza debutta a soli 13 anni in uno storico jazz club di Genova. Da quel momento, la sua carriera che oggi è più che trentennale, lo ha portato ad esibirsi in Italia e all’estero con veri e propri “mostri sacri” del calibro di Harry “Sweet” Edison, Bobby Durham, Chet Baker, Al Grey, Scott Hamilton, George Coleman, Charlie Mariano, Lee Konitz, Sal Nistico, Massimo Urbani, Luciano Milanese e molti altri ancora.

Tra i pianisti jazz che più di ogni altri lo hanno ispirato troviamo Teddy Wilson, Bud Powell, Bill Evans, Winton Kelly, McCoy Tyner, Paul Bley. Ma la lista potrebbe continuare ancora, perché Andrea Pozza ama sperimentare e lasciarsi influenzare da ritmi e sonorità provenienti da ogni parte del mondo e che arricchiscono giorno dopo giorno il suo già vastissimo bagaglio linguistico musicale.
Grazie alla sua precoce maturità artistica unita all’eleganza del suo pianismo, Andrea Pozza ha fatto parte del Quintetto di Enrico Rava, insieme a Roberto Gatto, Rosario Bonaccorso e Gianluca Petrella (dal 2004 al 2008) e col quale ha inciso per la ECM “The Words And The Days” (uscito nel 2007).
Con la stessa formazione si è esibito in alcuni dei più importanti festival e concert hall in Inghilterra, Francia, Germania, Spagna, Portogallo, USA, Canada, Brasile, Argentina, Giappone.
Col Quintetto di Rava ha anche avuto occasione di suonare con ospiti del calibro di Roswell Rudd e Pat Metheny.
Ha fatto parte del quartetto di Steve Grossman, con il quale ha suonato a Londra, Parigi ed in importanti festival internazionali negli anni 90′ e col quale collabora tutt’ora. Ha collaborato stabilmente per più di 25 anni con Gianni Basso, col quale ha inciso numerosi cd, tra i quali particolarmente significativo quello interamente dedicato alla musica di Billy Strayhorn.
Intensa la sua attività concertistica che lo porta in lungo e in largo in Italia e in tutta Europa alla guida delle formazioni a suo nome e da solista. Pozza è tuttavia presente in diverse formazioni tra cui il Rosario Bonaccorso Quartet col quale ha inciso i cd “Appunti Di Viaggio” e “In Cammino” prodotti dall’Auditorium di Roma; collabora
stabilmente tra gli altri con Fabrizio Bosso, Steve Grossman, Tullio DePiscopo, Dado Moroni, Ferenc Nemeth, Bob Sheppard, Antony Pinciotti, Furio Di Castri.  Negli ultimi anni si è dedicato anche al duo pianistico con Dado Moroni, Enrico Pierannunzi, Rossano Sportiello, Michele di Toro e anche in un “dialogo-concerto” per due pianoforti tra Musica Classica ed Jazz con Andrea Bacchetti.

Andrea Pozza

Andrea Pozza

Leave a comment

XHTML: You can use these html tags: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>