Published On: Mer, Gen 20th, 2016

Grande opportunità di finanziamenti UE per il Tigullio coi Gruppi di Azione Costiera

Tigullio News ha chiesto a Mirvana Feletti -funzionaria di Regione Liguria per la pesca professionale e la pesca sportiva- notizie sulla ispezione regionale appena compiuta -positivamente- a Sestri Levante, dove sono terminati i lavori di sistemazione delle aree riservate ai pescatori professionisti.

A breve saranno verificati i lavori relativi a un progetto analogo anche nel porto di Santa Margherita ligure, città dove è presente un’altra importante flottiglia da pesca. La notizia è però un’altra:

“E’ molto importante per il Tigullio -sottolinea la dottoressa Feletti- non lasciarsi sfuggire una grande opportunità, offerta dai Gruppi di Azione Costiera (GAC), che sono:

 I GAC, sono una forma di di partenariato pubblico e privato previsto dall’Unione Europea e sostenuto dalla Regione Liguria per valorizzare la pesca e le aziende del settore e rafforzare la filiera ittica locale.

Cosa sono i GAC?
I Gruppi di Azione Costiera sono gruppi di soggetti, pubblici e privati (partenariato) in grado di proporre e attuare strategie di sviluppo locale per le zone costiere di pesca.
Cosa fanno i GAC?
Ai GAC è demandata la comprensione dei problemi locali, delle aspirazioni delle comunità dedite alla pesca e l’adozione di soluzioni per rispondere alle proprie esigenze. Il gruppo elabora una strategia integrata di sviluppo della zona attraverso un approccio dal basso verso l’alto. La strategia deve definire l’insieme di interventi, che possono utilizzare i finanziamenti pubblici, finalizzati al raggiungimento degli obiettivi previsti per l’asse 4.
Quanti sono i GAC in Liguria?
Ad oggi si è costituito il GAC “Il mare delle Alpi” che riunisce Enti ed imprese della pesca, del commercio e del turismo del territorio dei comuni di Ventimiglia, Camporosso, Vallecrosia, Bordighera, Ospedaletti, Sanremo, Taggia, Riva Ligure, Santo Stefano al mare, Cipressa, Costarainera, San Lorenzo al mare e Imperia. Questo GAC è risultato il vincitore della selezione per i finanziamenti previsti per la misura 4.1 del Fondo europeo per la pesca. (Fonte: Agriligurianet)

Si tratta di un raro esempio di Sussidiarietà (nonostante la UE sia costituzionalemente per la Sussidiarietà) in cui pubblico e privato cooperano per un fine comune di sviluppo.

Per il Tigullio e il Golfo Paradiso il GAC “Può essere un ottimo strumento, perché ci saranno fondi importanti da parte dell’Unione Europea, e perché non mancherà certo il supporto di Regione Liguria -aggiunge Mirvana Feletti-. “La crescita della pesca sportiva, oltre a quella professionale può diventare funzionale all’incremento delle presenze turistiche. Non parliamo solo del pesca-turismo, o degli sport legati al mare, della nautica… Si tratta di proporre un progetto integrato, che può avere infiniti sviluppi.”
liguria-fotografia-maranathà1.jpg

Displaying 1 Comments
Have Your Say
  1. Giuppino ha detto:

    Perchè il comune di sestri levante ha preferito spendere 40 Mila euro con un soggetto privato anzichè affidarsi a questi gac?

Leave a comment

XHTML: You can use these html tags: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>