Published On: Sab, Mar 24th, 2012

I canterini della Val Bisagno scelgono la Val Petronio per festeggiare il venticinquesimo

CASARZA LIGURE. Dalla Val Bisagno alla Val Petronio, per festeggiare 25 anni di musica insieme. Sabato 24 marzo alle 20,30 nell’auditurium di Villa Sottanis, a Casarza Ligure, presentazione del nuovo cd del gruppo di musica popolare Canterini della Valbisagno, con annesso concerto. Organizzato dagli amici del Gruppo Cantamaggio Alta Val Petronio di Castiglione Chiavarese e dall’Associazione culturale Ultreia!, l’evento è patrocinato dal Comune di Casarza Ligure.

In 25 anni di vita il gruppo ha eseguito tre incisioni: la prima agli inizi del 1990, la seconda intitolata Il bel canto popolare nel Giugno 2001 e la terza proprio per festeggiare i 25 anni di storia. Lo scopo della squadra è quello di diffondere il Trallalero genovese esibendosi con l’impegno e la voglia di sempre, con l’intento di portarlo anche nelle fasce di età più giovani, in modo tale che questo canto non vada scomparendo.

La squadra si è formata nell’aprile del 1986 in via Canneto il Lungo, noto vicolo della Genova medievale, nella celeberrima latteria du Tugni, che per moltissimi anni è stato il fulcro del Trallalero. Con il passare degli anni il gruppo ha subito diverse variazioni nell’organico, in particolare tra le prime voci, fino ad arrivare alla formazione attuale composta da 8 elementi. Il presidente è il Signor Elio Pittaluga, imprenditore genovese e grande appassionato di Trallalero. Il tenore u primmo Luciano Cosso e il baritono, u cuntrubassu Aldo Cosso, sono due fratelli entrambi di Pietralavezzara, paese della alta Valpolcevera, i quali alla fine degli anni ’80 e i primi anni ’90 hanno fatto parte della squadra di canto omonima. Il contralto Paolo Sobrero di Casanova di Sant’Olcese, è il più giovane contræto delle squadre di Trallalero e, dal 2004, è anche il direttore artistico del gruppo. È’ entrato a far parte del gruppo nel 1996 all’età di 18 anni, ma il suo primo approccio con il Trallalero lo ebbe qualche anno prima. La voce chitarra della squadra è Alberto Sacco della Valpolcevera; ad oggi è il più giovane dei canterini nel suo ruolo. Tra i bassi profondi troviamo  Giacomo Faveto (Sandrin) fondatore del gruppo , Gualtiero Caneva (Walter) proveniente dal comune di Sant’Olcese e amichevolmente chiamato “fotocopia”  per la sua grande passione e disponibilità nel cantare in vari gruppi, Massimo Muzio da Ottone, paese in provincia di Piacenza e ultimo, ma non ultimo, Giancarlo Aimo dal quartiere di Quarto.

Dal 2004 al 2006 parallelamente alla normale attività concertistica tradizionale, il gruppo ha avviato una collaborazione con lo scrittore e artista multimediale Pierandrea Casati, tesa ad esplorare nuove possibilità espressive del canto polivocale genovese. Questa sperimentazione ha avuto come risultato il progetto Jazz Meets Trallalero, al quale hanno sinora partecipato jazzisti di fama internazionale quali Andy Sheppard, Riccardo Zegna, Piero Leveratto e Jesse Davis. Per la prima volta le due forme musicali si sono confrontate creando scenari sonori inusuali, facendo ricorso a intese suggestioni visive e poetiche. Il concerto multimediale Jazz Meets Trallalero ha debuttato al Festival internazionale Sconfinando di Sarzana ed è stato poi presentato con grande successo nella prestigiosa sala del Conservatorio di Musica di Lussemburgo.

Nel 2001 i Canterini sono stati inseriti nel disco Tribù Italiche Liguria World Music from Italy e, nello stesso anno, hanno avuto l’onore di partecipare all’incisione del grande cantautore genovese Bruno Lauzi Omaggio alla città di Genova.

Leave a comment

XHTML: You can use these html tags: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>