Published On: Ven, Giu 21st, 2019

I fuochi di San Giovanni, tradizione antichissima sempre viva a Deiva Marina

A Deiva Marina fervono i preparativi legati alla ricorrenza della festività patronale di S. Giovanni Battista, con le consuete celebrazioni religiose e i riti legati ad una festa che nasce dal connubio di sacro e profano.
Infatti i fuochi di San Giovanni sono certamente legati alla scadenza del solstizio estivo. Il fuoco notturno ricorda che il Sole è al massimo del suo splendore annuale. Inoltre, la campagna è vicina alla mietitura.

Nel rito liturgico, il 24 Giugno, si ricorda la nascita di San Giovanni Battista e i caratteri che lo contraddistinguono, che sono il fuoco e l’acqua con cui Giovanni battezzava.
Il rito cattolico ha assorbito una tradizione di derivazione agreste e pagana diffusa in tutto il mondo: l’accensione  del falò nella notte della vigilia  della festa, il 23 giugno, tradizione che in Italia deriva da antichi riti propiziatori di origine celtica propri della cultura contadina, quale auspicio di buoni raccolti e di benvenuto alla bella stagione. I falò del solstizio, che in quasi tutte le civiltà venivano accesi nei campi e sui monti, visibili a distanza, erano considerati purificatori, accesi in onore del sole per rallentarne la discesa verso l’inverno e la conseguente diminuzione dell’intensità e durata della luce.

 Deiva Marina è una delle poche località liguri dove questa tradizione si mantiene ancora, l’accensione del falò nel greto del fiume, allestito dai volontari del  Comitato, è fissata infatti per le ore 22,30 di Domenica 23 giugno, sempre nella stessa giornata, solennità del Corpus Domini, si potrà assistere anche alla tradizionale Infiorata del Corpus Domini con i tappetini floreali e altarini lungo le vie del paese, dove alle ore 18,00 passerà la processione. La giornata di Lunedì 24 Giugno, sarà riservata ai solenni festeggiamenti religiosi in onore del Santo, nella chiesa di S. Antonio abate con la S. Messa delle ore 11,00. In serata, alle ore 20,30, la processione con la statua al lungomare, accompagnata dalle confraternite con i tradizionali “Cristi” liguri e dalla Banda Musicale di Casarza Ligure, a  seguire la S. Messa celebrata da Don Giacinto Sobolewskj, parroco di Deiva Marina Dopo il ritorno alla chiesa per la Benedizione, chiusura dei festeggiamenti con lo spettacolo pirotecnico sul mare, previsto per le ore 23,30. A partire dalle ore 9,00 e fino alle ore 24,00 di Lunedì 24 Giugno, saranno allestiti anche i consueti Mercatino di San Giovanni e fiera dell’hobbistica organizzati dalla Pro Loco.