Published On: Mer, Giu 8th, 2016

I liguri non dovranno pagare il sovraprezzo sui treni per le Cinque Terre

Risolta la questione del pagamento aumentato sui treni della così detta “Metro leggera delle Cinque Terre”. Il prezzo maggiorato resterà per tutti i viaggiatori mentre i residenti in Liguria saranno esentata dal sovraprezzo e potranno pagare il prezzo normale.

Detta così, sembrerebbe una storia da barzelletta sulla “parsimoniosità” dei genovesi (assimilati agli scozzesi nel credo popolare).  In realtà, le Cinque Terre sono diventate molto trafficate dai turisti: i treni sono stracolmi, le stazioni strabordano, i sentieri sono affollati peggio della Quinta Strada di New York in ora di punta. E’ giusto pertanto che si tenda a ridimensionare un fenomeno che rischia di uccidere il fiorente turismo nei magnifici borghi marinari del Levante ligure. Inoltre, vi sono molti pendolari che ogni giorno per lavoro arrivano e partono dalle Cinque Terre. Ma in realtà il problema più grave è capire come si possa limitare il sovraffollamento dei sentieri.

Oggi, nell’ambito di un incontro svoltosi nella sede della Regione Liguria, cui hanno partecipato Le amministrazioni locali, Federalberghi, i rappresentanti dei pendolari, Trenitalia ha detto sì all’esenzione per tutti  liguri che intendono raggiungere le Cinque Terre. Bloccato per loro il pagamento del costo di quattro euro a tratta previsti per il servizio di metropolitana leggero, meglio noto come “Cinque Terre Express”. Per i liguri, a partire dal prossimo 24 giugno,  restano quindi  in vigore le tariffe normali, non ancorate al servizi di metropolitana leggera.

Nelle scorse settimane i consiglieri regionali spezzini Costa e Pucciarelli avevano scritto all’assessore Berrino affinché sollecitasse Trenitalia a prevedere l’esenzione almeno per i residenti dell’intera provincia spezzina. Fino alla decisione di oggi, infatti, l’esenzione riguardava soltanto i residenti dei centri che si trovano lungo la tratta La Spezia- Levanto.

Vi saranno anche altre novità: nelle Cinque Terre aumentano le fermate che passano da 320 a 447 al giorno. Infatti i regionali veloci, che ora si fermano soltanto a Levanto, si  fermeranno anche a Riomaggiore e Monterosso. Infine i regionali lenti  della tratta Sestri Levante-La Spezia si fermeranno  in tutte le stazioni  delle Cinque terre.

«E’ giusto che l’esenzione venga estesa a tutti i liguri, visto che stiamo parlando di trasporto regionale e la metropolitana leggera e l’orario cadenzato sono stati introdotti  proprio per perseguire la finalità  di separare i flussi turistici  da quelli dei residenti» dicono Costa e Pucciarelli.
cinque terre map

 

 

Leave a comment

XHTML: You can use these html tags: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>