Published On: Ven, Ago 30th, 2013

I sindaci del Tigullio chiedono alla Regione di finanziare ATP

Se un’azienda di traporto pubblico come ATP agonizza da decine di anni, assorbendo capitali dei cittadini come un pozzo senza fondo, allora occorre avere il coraggio riformista di formattare quell’hard disk e ripartire con qualcosa di nuovo. Senza paura dei populisti.

Viceversa si rischia di essere conservatori e passatisti e accrescere il debito pubblico. Inoltre, insistendo a utilizzare un hard disk pieno di buchi e virus, si corre il serissimo rischio di affondare i dipendenti di ATP, che invece sono l’obiettivo apparente del mantenimento dello status quo, che però è suicida. Questo quadro, che tra l’altro persegue una sussidiarietà latifondista (chiedere aiuto all’Ente più grande, rinunciando ad agire dal basso), dovrebbe essere bloccato con grande decisione. E’ la cultura politica dei finanziamenti a pioggia per “salvare” qualcosa che il mercato ha condannato. Una cultura basato sullo spreco del denaro “pubblico” (=dei cittadini) che ha distrutto l’Italia a partire dagli anni ’70, mentre chi ha contrastato questo andazzo, nel nord Europa come in tutti i Paesi in sviluppo, è fuori dal tunnel.

DOCUMENTO UNITARIO DEI COMUNI DI S .MARGHERITA LIGURE, RAPALLO, CHIAVARI, LAVAGNA, SESTRI LEVANTE, AZIONISTI DI MINORANZA LETTO ALL’ASSEMBLEA DEGLI AZIONISTI ATP
Nell’assemblea del 30/8/2013 gli azionisti di minoranza si sono astenuti dall’assumere ogni decisione in merito poiche’ , come prevede l’articolo. 42 del Testo Unico Enti Locali, e’ necessario far deliberare i Consigli Comunali sulla materia del trasporto pubblico locale.
Considerata la situazione di particolare gravità in cui versa il sistema del trasporto pubblico locale, a seguito delle costanti e progressive riduzioni delle risorse disponibili per il servizi Visto in particolare lo stato finanziario di ATP Esercizio che ha gravi perdite di esercizio per l’anno 2013, con il rischio della messa in liquidazione della società, se non interverranno misure correttive che possano consentire la continuità aziendale e il mantenimento del servizio
sul territorio provinciale.
Considerato che i Comuni Azionisti di ATP non sono nella condizione di poter intervenire a copertura delle perdite di ATP, a causa di vincoli giuridici insuperabili.
Rilevato che la situazione è di particolare gravità, con notevoli rischi sia per i lavoratori dell’Azienda, che, soprattutto, per i cittadini utenti, che potrebbero vedere venir meno il servizio del trasporto pubblico locale.
Considerato che tutte le soluzioni che si vorranno intraprendere per garantire la continuità aziendale non possono prescindere da precise garanzie per quanto riguarda:
-i livelli occupazionali
– la qualità del servizio di trasporto pubblico locale, che deve essere mantenuto in un quadro di programmazione industriale certo.
Considerato altresì che in questi giorni il Presidente della Regione Liguria ha confermato l’impegno ad adottare nei tempi più brevi possibili, la nuova legge regionale sul trasporto pubblico locale, strumento indispensabile e non più rinviabile per garantire un effettivo riordino e rilancio del sistema del TPL locale.
Sottolineato che in questo quadro sono indispensabili azioni correttive e interventi straordinari da parte degli enti finanziatori (Regione e Provincia) per l’anno 2013, che consentirebbero ad ATP di operare il proprio rilancio all’interno del nuovo quadro normativo regionale, in linea con le altre aziende e con maggiori garanzie rispetto al servizio reso ai cittadini/utenti.

I COMUNI AZIONISTI CHIEDONO
alla Regione Liguria e alla Provincia di Genova di intervenire percorrendo tutte le azioni possibili volte a ricapitalizzare l’azienda ed evitare la la sua liquidazione, individuando interventi straordinari per consentire la continuità aziendale per l’anno 2013, in considerazione del fatto che il TPL costituisce un vero e proprio servizio sociale a tutela dei cittadini e
dell’integrazione dell’entroterra con la costa.

Di adottare nei termini più brevi possibili la nuova legge regionale sul trasporto pubblico locale nel cui quadro normativo si possa poi operare per garantire ad ATP, azienda strategica per il trasporto pubblico regionale, di operare per l’effettivo rilancio delle attività in un quadro di programmazione industriale certa.
Giorgio Costa, Sindaco di Rapallo
Valentina Ghio, Sindaco di Sestri Levante
Mauro Caveri, Vice Sindaco di Lavagna
Renata Oliveri, Assessore al Bilancio di Chiavari
Benedetto Carpi, consigliere delegato al trasporto di Santa Margherita Ligure

regioneliguria1

Leave a comment

XHTML: You can use these html tags: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>