Published On: Gio, Nov 19th, 2015

Identificato il piromane dei cassonetti, che da mesi provoca danni e rischi di disastri. Malattia da inondare

Individuato e bloccato il giovane che questa notte ha dato fuoco a 7 cassonetti dell’immondizia tra Chiavari e Lavagna. Sempre a Lavagna simili episodi si sono susseguiti da tempo, non ultimo  quello di via Nuova Italia a Lavagna, di cui abbiamo riferito un mese fa. Impegnati per tutta la notte i Vigili del fuoco, con grande spesa per la comunità.
Si tratta di capire se il “piromane” è un malato o un teppista.
Quando si parla di piromani, infatti, si rischia di fare del buonismo spesso inopportuno e semi-criminale, perché si lascia mano libera agli autori potenziali disastri.
Anni fa, per colpa della malattia che seccava i pini marittimi, ci fu una serie di devastanti incendi nel Tigullio orientale. Colpa della scarsa cura del territorio? Colpa dell’abbandono di terreni e boschi?
Macché, la colpa fu addossata a misteriosi “piromani” mai identificati. Cioé a nessuno.
Adesso c’è un colpevole, e si tratta di capire se è un malato da aiutare e curare, oppure no. Compito non difficile, a patto che non si commettano errori.
vigili fuoco

Leave a comment

XHTML: You can use these html tags: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>