Published On: Sab, Set 28th, 2013

Ieri i Buio Pesto a Sestri Levante per l’ultimo concerto.

mm

Morini a Sanremo e ZeroEuro

 

SESTRI LEVANTE

Parola d’ordine : ” Belin”. E con l’inno dei Buio Pesto a fine serata, si concludono i concerti del famoso gruppo dialettale Ligure. Pubblico e organizzatori in delirio; quasi 1500 persone hanno assistito alle 2 ore di spettacolo sfidando il cielo carico di pioggia a suon di applausi, cori e balletti improvvisati. Quello di ieri sera, nel Parco della Lavagnina a Sestri Levante, è stato l’addio alle scene per Massimo Morini e gli altri musicisti del gruppo che da 20 anni si esibiscono in tutta la regione con uno scopo solo : quello della beneficenza a favore di pubbliche assistenze e di associazioni sulla ricerca medica. Nel caso della serata di ieri, il ricavato è stato devoluto all’AISA; l’Associazione delle Sindromi Atassiche. Un addio, come scrivevo poco sopra,  dovuto dai debiti, anzi, forse è meglio dire dai crediti non incassati dagli enti organizzatori di molti eventi dal 2009 fino ad oggi.

« Siamo stati presi in giro da privati, da Pubbliche Amministrazioni e persino dagli sponsor »  mi racconta Morini che ho intervistato a fine concerto. Lui,  leader del gruppo e direttore d’orchestra a Sanremo e vincitore dello stesso insieme ad Antonio Maggio, non ha esitato ad esternare il rammarico della drastica scelta raccontandomi i retroscena e le cause che li hanno costretti a dire addio ai concerti. «Stiamo cercando di recuperare almeno in parte il considerevole credito di 50 mila euro accumulato in circa 4 anni – mi racconta tristemente Morini –  ma se non riusciamo entro breve ad incassarlo, saremo costretti ad abbandonare i nostri progetti e mettere tutto nelle mani di avvocati.

Pensa che solo il Comune di Deiva Marina, anzi per l’esattezza la “Deiva Sviluppo SPA“, della quale il comune è il maggior azionista, ci deve ancora 10 mila euro dal 2009 per aver girato le riprese del film intitolato “Capitan Basilico 2“. Cifra che possiamo definire come promozione turistica  visto che l’ambientazione iniziale del film è stata girata proprio a Deiva e logicamente con i suoi costi di realizzazione mai più rimborsati. La cosa buffa -continua Morini – è che con quel budget, avevamo già dotato la Croce d’Oro del Comune Deivese di una nuova ambulanza. Comunque, tra concerti cancellati ( ben 16, tra i quali anche un concerto  nello stadio del Savona Calcio) e quelli non pagati, siamo arrivati ad un punto di non ritorno. Quello che stiamo facendo attualmente e che stanno facendo altri gruppi dandoci una mano, è quello di raccogliere, con iniziative come ” DesidEuro” e ” Ambulanza Verde“, più oblazioni possibili per far fronte al disavanzo finanziario »

Insomma, quello che chiede Morini ai debitori (come chiedono tutte le associazioni legate ai Buio Pesto), è di  farsi un esame di coscienza e di non mandare in malora tutto quello che il gruppo ha costruito in tutti questi anni. « Se i soldi dovessero entrare e riuscissimo a pareggiare il bilancio, potremmo ancora continuare a suonare per la nostra causa che in fondo è  quella di aiutare chi sta  molto peggio di noi »

Ma CAPITAN BASILICO  conforta il pubblico: « Se siete in pericolo chiamatemi e in 5 minuti sarò da voi »

 

1380922_10201906860064352_1860111816_n

Morini con la presidentessa dell’ AISA
Associazione Sindromi Atassiche
Foto di Paolo Smeraldi

Leave a comment

XHTML: You can use these html tags: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>