Published On: Ven, Mag 3rd, 2013

Il Brasile vuole diventare il quarto produttore mondiale di auto

Per sua fortuna, la Fiat è già da tempo in Brasile, oltre che in Polonia, USA, Serbia e altrove. Possibile che il governo socialista” brasiliano applichi disinvoltamente la detassazione per le imprese e il lavoro, mentre in italia i governi conservatori, socialdemocratici, grillini, pantagruelici etc. si industriano solo ad alzare costi e benefici. Sappiatelo: se si toglie l’IMU e la si sostituisce con una tassa comunale, il costo per la vostra famiglia salirà comunque. L’unica soluzione per lo sviluppo in Italia sarebbe un liberalismo indipendente, non talebano, pragmatico e multipartizan, cioé parte della cultura nazionale.

Da Algorithmir.chIl governo brasiliano ha varato il programma denominato “Incentivi all’Innovazione Tecnologica della Catena Produttiva di Autoveicoli”, in breve Inovar-Auto. L’obiettivo è quello di stimolare l’investimento nell’industria automobilistica nazionale, si prevede che nei prossimi due anni verranno investiti R$ 50 miliardi. Il programma fa parte del “Piano Brasil Maior” che è stato istituito per dare impulso al settore industriale attraverso benefici ed incentivi fiscali. Con questa nuova misura la produzione di autoveicoli passerà dalle attuali 4,5 milioni di unità a 5,6 milioni e di fatto il Brasile diventerà il 4° mercato mondiale non solo per le vendite ma anche per la produzione di autovetture. L’incremento maggiore avverrà soprattutto nell’export, attualmente vengono esportati 420 mila autoveicoli e l’obiettivo è di arrivare ad 1 milione. La sfida non sarà solo quella di aumentare la produzione ma anche migliorare la qualità che dovrà adeguarsi agli standard internazionali. La prima azienda che beneficerà del nuovo regime di incentivi è la BMW che investirà R$ 520 milioni per impiantare una fabbrica nello stato di Santa Catarina.
liberalismo

Displaying 3 Comments
Have Your Say
  1. Roller ha detto:

    Se tra due secoli sarà rimasto qualcuno in questo “migliore dei mondi possibili” viaggerà con un ciclo o triciclo in una pista ciclabile coperta da pannelli solari.
    Probabilmente non più di 100 watt disponibili a testa.
    Mi raccomando: puntate sull’economia dei consumi.
    Ma rileggetevi l’etimo del termine (è greco) …

  2. Roller ha detto:

    Per sfortuna dell’umanità si vogliono produrre ancora auto, incuranti che qualunque combustibile fossile finirà, dopo avere mutato irreversibilmente quel ridicolo straterello chiamato “biosfera”.

  3. Carlo ha detto:

    Grillini?! Si informi prima di scrivere.

Leave a comment

XHTML: You can use these html tags: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>