Published On: Sab, Mag 4th, 2013

Il Carlo Androne rimane inviolato e gli Squali volano ai playoff!

Share This
Tags
(foto Luigi Galli)

(foto Luigi Galli)

04/05/2013 – In un bellissimo pomeriggio di sole e rugby, un Carlo Androne mai così gremito (circa 600 spettatori!) ha sostenuto senza sosta i bincocelesti che, battendo 27-19 la squadra dell’Accademia Federale di Tirrenia, non solo hanno sancito l’imbattibilità casalinga nel campionato 2012/2013 ma, soprattutto, si sono assicurati con una giornata di anticipo lo storico accesso ai playoff promozione al campionato di Eccellenza, vertice del rugby nazionale.

“Siamo felici ed orgogliosi – esulta coach Ceppolino – e questo obiettivo che abbiamo raggiunto è qualcosa di davvero grande che tutti i ragazzi e la società si meritano. Anche oggi abbiamo lottato in una partita per niente facile e siamo riusciti non solo a conquistare il punto che ci serviva per avere la certezza matematica dei playoff ma siamo andati oltre vincendo ed arrivando anche al bonus. Senza dimenticare che così abbiamo chiuso il campionato con undici vittorie su undici partite disputate a Recco: anche questa è una grande soddisfazione”.

Contro una squadra giovane, preparata e velocissima ma un po’ inesperta nelle fasi statiche come l’Accademia, la tattica degli Squali non poteva che essere un gioco basato sul possesso di palla e sulla forza del pacchetto di mischia e dalla prima segnatura si capisce che la scelta è stata corretta e ben eseguita: al 18’ arriva una meta tecnica biancoceleste, trasformata da Agniel per il 7-0 (per il calciatore francese oggi 3/6, con due trasformazioni e un calcio di punizione, per un totale di 7 punti). La partita è intensa e combattuta, con il Recco sugli scudi in mischia e con una grande difesa ma con qualche problema in touche e l’Accademia che soffre tantissimo con il pack ma che riesce ad essere sempre pericolosissima al largo ogni qualvolta riesce ad avere palloni da giocare sui suoi solidi e velocissimi trequarti. Al 30’ gli accademici sfuggono alle maglie della difesa dei padroni di casa con una bella azione alla mano che manda in meta l’ala Bruno per il 7-5. Gli Squali non si disuniscono, continuano a giocare e, dopo che al 33’ Agniel non allunga dalla piazzola, al 36’, partendo da un ennesimo bell’avanzamento del pacchetto, costruiscono un’azione alla mano veloce e potente che Breda schiaccia oltre la linea, Agniel trasforma e 14-5. Con questo punteggio si chiude la prima frazione di gioco.
In apertura di ripresa tante forze fresche in campo per l’Accademia, che si è mostrata compagine notevolmente migliorata e più completa rispetto alle stagioni passate, e per il Recco il momento più difficile dell’incontro, con un po’ di affanno e qualche fallo di troppo: nel giro di cinque minuti, tra il 7’ e il 12’, i “ragazzini” si fanno pericolosamente sotto prima con una meta di Salerno (14-10) e poi con un drop di Buscema (14-13). La partita prosegue sugli stessi binari del primo tempo: intensa e combattuta, dura, ricca di capovolgimenti di fronte e di placcaggi. Al 20’ Agniel dalla piazzola dà un po’ di respiro ai suoi con il 17-13 ma il sollievo dura poco: al 26’ Casareto rimedia un cartellino giallo e arriva un calcio di punizione anche per Buscema, che non sbaglia il 17-16. In inferiorità numerica e con un uomo in meno proprio in mischia, il Recco non solo resiste, ma segna anche e su devastante rolling maul: al 30’ Salsi schiaccia oltre la linea e fa 22-16. Lo stesso Salsi, tre minuti dopo, esce per un cartellino giallo e così gli Squali si ritrovano a giocare per alcuni minuti addirittura in doppia inferiorità numerica. Sul calcio di punizione conseguente al cartellino, Buscema è ancora infallibile e porta l’Accademia sul 22-19. Al 38’ la Pro Recco Rugby mette il sigillo su una stagione memorabile: un’altra rolling maul inarrestabile e Galli mette giù la palla della quarta meta, che dà la certezza matematica dei playoff anche indipendentemente dal risultato finale della partita. 27-19, l’Androne esulta ma si attende il fischio finale dell’arbitro Liperini e, quando questo arriva, è una vera e propria esplosione: per la prima volta nella sua storia, la Pro Recco Rugby accede ai playoff per l’Eccellenza.

“Oggi è stata una giornata fantastica – continua Claudio Ceppolino – e ricca di emozioni: l’obiettivo raggiunto, la vittoria, una partita dura e sempre in bilico, con dei placcaggi da far tremare le gambe, il campo con così tanta gente a fare il tifo, i bambini e ragazzi delle giovanili con la maglia da gioco, tutto il pubblico a cantare il nostro inno anche durante la partita come incitamento per la squadra in campo. Non mi dimenticherò mai le emozioni di oggi”.

Capitan Davide Noto ha indossato la maglia biancoceleste in C, poi in B, in A e oggi guida questa squadra che ha raggiunto i playoff: “Tanti anni di fatica e di sacrifici e oggi è arrivato questo traguardo: la soddisfazione è immensa, per tutti noi giocatori e per tutta la società. Ci giocheremo i playoff con tutto il nostro impegno, partita dopo partita, cercando di arrivare più avanti possibile. Intanto, godiamoci il risultato storico che siamo già stati capaci di raggiungere e, per 24 ore, anche il nostro nome lassù in vetta alla classifica di serie A1”.

La Pro Recco Rugby, ormai matematicamente certa di concludere il campionato nelle prime tre posizioni, attende ora di conoscere il risultato dello scontro diretto tra Lyons e Capitolina in programma domani, domenica 5 maggio, al Beltrametti di Piacenza: questa partita sarà molto importante per capire come potrebbe delinearsi la griglia dei playoff.
Al termine della regular season manca comunque ancora una giornata: domenica 12 maggio, per il XXII turno stagionale, il Recco sarà impegnato sul difficile campo di Udine, per la trasferta più lunga del campionato.

Tabellino:

PRO RECCO RUGBY-ACCADEMIA TIRRENIA 27-19 (14-5)

RECCO: Bisso, Tassara, Breda (15′ st Torchia), Agniel, Canoppia, Becerra, Villagra, Salsi, Giorgi, Orlandi, Metaliaj (23′ st Bonfrate), Vallarino, Galli (39′ st Aluigi), Noto, Casareto.
A disposizione: Sciacchitano, Maggi, Esposito, Cinquemani, Malgieri
Allenatore: Villagra – Ceppolino

ACCADEMIA TIRRENIA: Salerno, Bruno (39′ st Di Giulio D.), Torlai (6′ st Balocchi), Seno (1′ st Eid), Di Giulio G. (30′ st Bernini), Buscema, Parisotto (32′ st Azzolini), Catelan, Silva (6′ st Speranza), Gorla, Flammini, Iovenitti, Biancotti (1′ st Traore), Rettagliata (4′ pt Baruffaldi), Vento.
Allenatore: De Marigny – Bot

Marcatori: p.t.: 18′ meta tecnica tr Agniel (7-0), 30′ meta Bruno nt (7-5), 36′ meta Breda tr Agniel (14-5).
S.t.: 7′ meta Salerno (14-10), 12′ drop Buscema (14-13), 20′ cp Agniel (17-13), 25′ cp Buscema (17-16), 30′ meta Salsi (22-16), 32′ cp Buscema (22-19), 37′ meta Galli (27-19).

Arbitro: Liperini di Livorno, assistenti: Vassallo e Zucchi

Cartellini gialli: 24′ st Casareto, 32′ st Salsi.

Note: giornata estiva, terreno di gioco in perfette condizioni, spettatori 600 ca.

Risultato odierno e classifica:

Serie A – Girone A – XXI giornata – anticipo

Pro Recco v Accademia Federale Tirrenia 27 – 19 (5-0)

Classifica:
Recco punti 74; Unione Capitolina e Lyons Piacenza punti 72; Cus Verona punti 60; Accademia Nazionale Tirrenia punti 53; Udine punti 52; Rubano punti 31; Brescia punti 28; Romagna punti 26; Firenze punti 24; Modena 5.

Leave a comment

XHTML: You can use these html tags: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>