Published On: Gio, Giu 12th, 2014

Il Comune di Chiavari formalizza l’adesione al partenariato per il Santuario dei Cetacei

Il Tigullio ospita molti cetacei, soprattutto delfini, ma anche balene, come quella rimasta impigliata nella tonnarella di Camogli pochi giorni fa. Chi vi scrive è stato nella “nursery delle balene”, nella California del Sud, ma la balena più “bella” l’ha vista alcuni decenni fa a circa 200 metri al largo dalla diga foranea del porto di Sestri levante…
Sabato 14 giugno Chiavari, insieme ad altri 19 comuni, sottoscriverà a Bordighera la Carta di Partenariato con il Santuario dei Cetacei di Pelagos, l’area marina protetta di 90.000 km2, istituita con un accordo internazionale firmato nel 1999 da Italia, Francia e Principato di Monaco -che parte dalla Costa Azzurra e arriva alle isole toscane e alla Corsica, finalizzata alla protezione dei mammiferi marini e del loro habitat, all’interno del quale si trova l’area marittima del Comune di Chiavari. Il Sindaco Roberto Levaggi, com’è noto, è particolarmente sensibile alle tematiche di salvaguardia ambientale: in questo caso specifico, la sottoscrizione della carta manifesta la volontà concreta di agire in favore della conservazione e della tutela delle specie marine e degli habitat, di cui il mare antistante a Chiavari è particolarmente ricco.
La bandiera di Pelagos è inoltre simbolo di un turismo diverso, ecocompatibile, da sviluppare e verso il quale rivolgersi. A siglare l’accordo a nome del Sindaco, che suo malgrado non potrà essere presente, l’Assessore all’Ambiente Avv. Nicola Orecchia, che sarà accompagnato dal Consigliere Marco Rocca. Tutta l’amministrazione di Chiavari condivide pienamente i principi sottolineati nell’accordo ed è conscia dell’importanza della promozione di attività ecosostenibili in tutti i settori e in particolare in quelli del turismo e dell’economia.

Si tratta di una scelta importante che può portare a buoni risultati sia per le “buone relazioni” tra residenti e la cultura del mare, sia per la didattica come per il turismo.
A questo proposito Tigullio News sta lavorando per l’utilizzo del Leudo di Sestri Levante per il whale and dolphin watch. Navigare a vela per portare gruppi di turisti, studenti e residenti a fare il bagno tra i delfini, a conoscere le città della costa del Tigullio. E’ un progetto complesso e interessante, che vede il coinvolgimento di due comuni, oltre che della Associazione Amici del Leudo, e il coinvolgimento di scienziati ed esperti del settore come Alessandro Bocconcelli e Albert Sturlese.

Il Comune di Chiavari – come risulta dalla carta, di cui riportiamo un estratto riserverà una particolare attenzione alla questione dei mammiferi marini:

–          adottando, nell’ambito delle sue decisioni gestionali, le soluzioni che abbiano l’impatto minore su questi animali;

–          favorendo le azioni pedagogiche e/o di informazione sul suo territorio e la diffusione delle informazioni sul e presso il Santuario Pelagos;

–          contribuendo a ridurre al massimo le attività che hanno un impatto sui mammiferi marini., ivi inclusa la « demotonautizzazione  sportiva » applicando il disposto dell’ar. 5 della Legge n.391 dell’11.10.2001. Tuttavia, se queste dovessero svolgersi, il Comune si impegna a garantire un controllo adeguato, nella misura dei suoi mezzi, sia tramite il  personale comunale con la formazione adeguata, sia attraverso i  membri autorizzati di Pelagos. Questi controlli  permetteranno di vigilare sul rispetto degli obiettivi di gestione del Santuario;

–          contribuendo a trasmettere le informazioni sugli eventuali spiaggiamenti di mammiferi marini o di altre specie marine che potrebbero avere luogo lungo il suo litorale.

In virtù del suo impegno, il Comune potrà esporre la bandiera del Santuario, nonché ogni strumento di valorizzazione della carta realizzato da Pelagos, sul suo porto e ovunque lo riterrà utile.

Il Santuario Pelagos:

–          qualora il partner firmatario lo richieda, fornirà assistenza e consigli sul tema dei mammiferi marini;

–          elaborerà strumenti di sensibilizzazione e di comunicazione che saranno messi a disposizione del partner, in particolare per l’azione pedagogica o di informazione svolta dal Comune;

–          darà visibilità al  Comune partner sul sito Internet Pelagos e nei supporti di informazione che produrrà (in particolare, nel bollettino Pelagos);

–          animerà in termini prioritari delle sessioni di formazione o di sensibilizzazione sui mammiferi marini e la loro protezione rivolti al personale del Comune.

La carta è valida due anni a partire dalla sua firma e potrà essere rinnovata, su richiesta esplicita del Comune, previa verifica, da parte di Pelagos, delle attività svolte secondo quanto previsto nella griglia di valutazione di esse, allegata alla Carta di Partenariato.

Il funzionamento della carta sarà oggetto di una valutazione congiunta ogni due anni. Un’evoluzione eventuale della carta potrà essere prevista in occasione di questa valutazione.

Delfini, Sestri Levante, gennaio 2012

Delfini, porto di Sestri Levante, gennaio 2012

Leudo di Sestri levante

Leudo di Sestri levante

 

Leave a comment

XHTML: You can use these html tags: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>