Published On: Ven, Mag 22nd, 2020

Il covid-19 sarebbe arrivato in Liguria già a dicembre 2019, “grazie” alla forte presenza cinese

Il coronavirus in Italia sarebbe arrivato due mesi prima del 20 febbraio, giorno in cui è stato accertato il primo caso di Codogno, e non in Lombardia ma in Liguria, dove è forte la presenza di cinesi, soprattutto tra Savona e Genova. Nel porto container di Vado Ligure nel dicembre 2019 fu inaugurato il terminal container controllato dal gruppo danese Maersk col 50,1%, ma col Dragone cinese detentore del restante 49,9%, attraverso le partecipazioni di Cosco shipping ports e di Qingdao port international. Il capitale cinese in Liguria è arrivato nel 2016. Naturalmente citiamo il caso solo come esempio della vasta presenza cinese in Liguria. Per dare un altro esempio, buona parte dei banchi ortofrutta dello storico mercato di via Gramsci a Genova è gestito da cinesi con prodotti cinesi. Ciò potrebbe quindi dare una spiegazione significativa al perché il Covid-19, “nato” a Wuhan e provincia, sarebbe poi sbarcato in Liguria due mesi prima che in Lombardia.

Uno studio dell’Università di Genova ha incrociato i dati tra le tac polmonari e le sacche dei donatori di sangue in quei mesi (in autunno in effetti nell’autunno si erano registrati molti casi di quella che allora veniva definita dai medici di famiglia “bronchite” (curata con antibiotici e non con antivirali).
Abbiamo analizzato l’aumentare delle polmoniti interstiziali e le abbiamo comparate con le sacche di sangue di alcuni donatori – dice l’epidemiologo Filippo Ansaldi, dirigente dell’Agenzia sanitaria Alisa – questi avevano sviluppato gli IgG per il Covid già agli inizi di gennaio e, considerando la finestra d’incubazione, si arriva alla metà di dicembre”.
Pertanto “Potenzialmente l’8 dicembre il coronavirus è iniziato a circolare in Liguria”, come conferma anche il presidente della Regione Liguria Giovanni Toti: “Grazie alle indagini previsionali epidemiologiche e alle ricerche coordinate dalla nostra task force di Alisa, l’Azienda ligure sanitaria, possiamo confermare che la presenza del Covid-19 in Liguria risale a dicembre, ben prima quindi del cosiddetto ‘paziente zero’ di Codogno”.

Ortaggi “made in Cina” a Genova