Published On: Sab, Dic 10th, 2016

Il Freccia Bianca tornerà a fermarsi nella stazione di Chiavari

Il Sindaco di Chiavari Roberto Levaggi ha rilasciato una dichiarazione con cui commenta il positivo chiudersi della sciagurata eliminazione della fermata del Freccia Bianca per Roma Termini, un treno veloce che serve per tutto il Tigullio:

“A seguito di comunicazione ufficiale da parte delle Ferrovie dello Stato, posso finalmente comunicare, con enorme soddisfazione, che dal prossimo 9 Gennaio 2017 la Stazione ferroviaria di Chiavari verrà inserita come fermata aggiuntiva per i seguenti treni:

8605 Frecciabianca con partenza da Genova Piazza Principe alle 7,10 e arrivo a Roma Termini alle 12,03;

8619 Frecciabianca con partenza da Genova Piazza Principe alle 15,10 e arrivo a Roma Termini alle 20,03;

8616 Frecciabianca con partenza da Roma Termini alle 11,57 e arrivo a Genova Piazza Principe alle 16,50.

Inoltre, per quanto riguarda il Frecciabianca 8623 da Genova a Roma, che già fermava a Chiavari alle 17,46, è stata aggiunta la fermata di Rapallo. Accolgo con piacere il fatto che le Ferrovie dello Stato abbiano ricevuto positivamente le istanze della Regione Liguria, e ringrazio il presidente Giovanni Toti e l’assessore competente Giovanni Berrino per l’eccellente lavoro svolto. Anche io, in qualità di sindaco di Chiavari, mi sono subito attivato e non posso che andare fiero di questa decisione assunta dall’azienda. Le ragioni della Liguria, e in particolare del Tigullio, sono state fatte valere a Roma, e questo non è sempre facile di questi tempi, soprattutto perché ormai si parla di un vettore completamente privato.

Complimenti anche al comitato dei pendolari, che ha seguito la vicenda passo dopo passo, raccogliendo prontamente le firme da allegare alla richiesta dell’assessore Berrino.

Questa è l’ennesima dimostrazione che il lavoro di squadra, in politica come nella vita, porta i suoi frutti. La considero una splendida lezione per chi ha lavorato ponendosi un obiettivo condiviso.

Per l’ennesima volta, invece, mi tocca rimandare a mani vuote i profeti di sventura della minoranza chiavarese, che già parlavano di sconfitta, di Tigullio isolato, di sindaco dormiente e ironeggiavano sui cavalieri inesistenti.

Loro sì che non hanno mosso un dito, a parte sulle tastiere dei loro computer per attaccare, polemizzare e non fare nulla, mai nulla, nell’interesse della loro città. Prendano ad esempio, una buona volta per tutte, consiglieri di minoranza di altri comuni limitrofi. Spesso severi e critici con i loro sindaci, come deve essere, ma poi collaborativi quando si tratta di lavorare tutti insieme verso obiettivi comuni e nell’interesse di tutti.

Oggi parlano i fatti. Tre convogli del Frecciabianca torneranno a fermare a Chiavari. Chi ha alzato la voce per nulla, ora tralasci di salire sul carro. Anzi, sul treno. ”