Published On: gio, Mag 17th, 2018

“Noi di Chiavari” di Roberto Levaggi da’ vita ad una associazione culturale. Chiesti chiarimenti sul Torriglia

La lista “Noi di Chiavari”,  diventa associazione culturale, per lo sviluppo e per affrontare i grandi temi della città.

Fanno parte dell’associazione, per il momento, i 14 soci fondatori: Roberto Levaggi, Silvia Garibaldi, Daniela Colombo, Paolo Boggiano, Doris Maggenta, Piero Podestà, Alberto Sanguineti, Marco Laneri, Riccardo Baldi, Angelo De Fazio Romano, Alex Molinari, Marco Rocca, Angela Stagnaro, Franca Olivieri.

Presidente è Roberto Levaggi, ex sindaco di Chiavari. Segretario Silvia Garibaldi. Tesoriere Daniela Colombo.

«Ci siamo riuniti in associazione – affermano Levaggi, Garibaldi e Colombo, nella loro veste di consiglieri comunali di minoranza – perché si tratta dello strumento più democratico e aperto alla partecipazione di tutti. Vogliamo inoltre mantenere, come avvenuto sinora, una connotazione totalmente civica, nello spirito e nei principi con cui ci siamo presentati agli elettori nel 2017. Siamo 14 fondatori, molti dei quali con già diverse esperienze in amministrazione, ma siamo anche aperti all’ingresso di chiunque abbia voglia di dare una mano e abbia le sue idee per il futuro della nostra città. Ci occuperemo di organizzare convegni, dibattiti, iniziative, ponendoci sempre come obiettivo il miglioramento di Chiavari, attraverso proposte concrete, a partire dai grandi progetti per arrivare ai piccoli problemi di tutti i giorni, importanti comunque anch’essi. Ragionare di Chiavari è fondamentale, ma riteniamo che non possa avvenire se non in sede di comprensorio».

Proprio oggi, il gruppo consiliare “Noi di Chiavari” ha protocollato un’interpellanza negli uffici di Palazzo Bianco circa la gestione dell’Istituto Torriglia. I consiglieri desiderano sapere se «corrisponde al vero che la Fondazione con l’attuale gestione intenda effettuare un investimento di circa quattro milioni di euro per realizzare un nuovo corpo di fabbrica per nuovi 38 posti letto circa». Secondo Levaggi, Colombo e Garibaldi «tale eventuale investimento può mettere seriamente a rischio la solidità economico/finanziaria della Fondazione che, per Statuto, dev’essere invece dedicata alla cura degli anziani di Chiavari. Per questo, chiediamo di conoscere l’effettivo stato dell’arte di questa operazione e se vi siano garanzie ufficiali a livello regionale per l’eventuale accreditamento dei nuovi posti letto».

Un ampliamento delle disponibilità d’accoglienza dell’Istituto, tramite la costruzione di una nuova ala, era stato già annunciato la scorsa estate, quando era inoltre entrata in attività la comunità alloggio “Le casette”per persone autosufficienti. Comune e Società Economica sono gli enti con diritto di nomina dei membri del consiglio di amministrazione della Fondazione Torriglia. L’attuale presidente è Arnaldo Monteverde, noto commercialista e con un passato in politica sia in Comune che in Provincia.

La casa di riposo Torriglia a Preli.

 

La sede dell’associazione “Noi di Chiavari” sarà in Corso Colombo. Ogni mercoledì dalle 10 alle 12 e venerdì dalle 15 alle 17 sarà presente nei locali un socio, pronto a raccogliere istanze ed eventualmente fissare appuntamenti con i membri della associazione, in particolare i tre consiglieri comunali.

Da sinistra: Daniela Colombo, Roberto Levaggi e Silvia Garibaldi