Published On: sab, Nov 17th, 2018

Il Parco di Portofino ha bisogno di una strada bianca: tacitati gli pseudoambientalisti

Lo pseudo ambientalismo è deleterio per l’ambiente (si veda il caso della Gronda di Genova, bloccata da 30 anni, quando Genova è l’unica città senza circonvallazione autostradale!). Si veda anche il caso delle proteste per la “strada bianca (allargamento di sentiero esistente), utilissima a rendere raggiungibili aree del parco in cui si trova un piccolo incendio, prima che si propaghi, e utile nel caso di infortuni e incidenti… Per non parlare di Portofino rimasta isolata dopo la Grande Mareggiata del 29 e 30 ottobre 2018…

Per tranquillizzare le pulsioni del No immotivato, si è svolto a Santa Margherita Ligure presso la sede dell’Ente Parco di Portofino l’incontro del CDA dell’Ente Parco, in presenza anche del Presidente e del Direttore Girani, e di Anna Baudino Presidente della Comunità del Parco, dei tre sindaci dei comuni del Parco (Francesco Olivari, Matteo Viacava e Paolo Donadoni), il Vicesindaco di Portofino Giorgio D’Alia e delle associazioni ambientaliste.

L’incontro, che si è sviluppato attraverso un colloquio franco e costruttivo, ha consentito di chiarire – in via riassuntiva – i seguenti punti: 1) che i lavori sono stati svolti, e sono in corso di svolgimento, da parte del comune di Portofino in somma urgenza, dovuta all’evento meteoclimatico eccezionale che ha isolato il borgo; 2) che le opere eseguite dal comune di Portofino hanno natura temporanea e non intendono mutare in modo permanente e rilevante il territorio; 3) che non è volontà dei tre Sindaci realizzare strade carrabili destinate all’uso della collettività, ma soltanto – da Portofino Kulm – una pista forestale che (messa in sicurezza e migliorata) possa rendere disponibile in caso di necessità e urgenza un accesso a Paraggi e Portofino per i mezzi di soccorso, di antincendio, di protezione civile e di servizio, e – da Nozarego – un sentiero eventualmente percorribile da motoveicoli autorizzati solo ed esclusivamente durante la fase emergenziale.

È stato positivamente apprezzato da tutti i presenti l’intervento svolto sulla pista forestale Portofino mare / Portofino vetta dal Genio Militare grazie al sostegno della Regione Liguria in persona dell’Assessore Giacomo Giampedrone.