Published On: Sab, Feb 6th, 2016

Il Pd all’opposizione attacca le giunte comunali di Lavagna e Casarza ligure su aumento costo dei parcheggi e gestione acqua potabile

Emergenza Idrica Casarza: l’Amministrazione Comunale riferisca in consiglio Comunale. Necessaria chiarezza sull’entità dello sversamento

Tutti i cittadini di Casarza Ligure ricordano bene i disagi patiti nell’estate del 2015 a causa dell’emergenza idrica.

Come Partito Democratico durante e dopo l’emergenza abbiamo evitato sterili polemiche per chiedere unicamente chiarezza e trasparenza nei confronti degli abitanti del nostro paese, in particolare riguardo alle modalità di bonifica e all’entità dello sversamento.

All’epoca dei fatti la danza delle cifre fu abbastanza animata, partendo dai 300 litri dichiarati dal sindaco in consiglio comunale. Nei giorni scorsi è apparsa notizia che una perizia/stima del gestore autostradale ha individuato l’entità dello sversamento in oltre 11000 litri di idrocarburi. Si tratta della peggiore delle ipotesi.

Riteniamo gravissimo che ancora una volta la chiarezza, che noi chiediamo come requisito fondamentale (…) È evidente a tutti che tra 300 litri dichiarati in Consiglio dal Sindaco e gli 11.000 litri dichiarati dal gestore autostradale, c’è una distanza enorme. Se questa stima fosse confermata, le domande sono chiare: Come è stato possibile non accorgersi della gravità della situazione sin da subito, e come si può continuare a non dare risposte anche a fronte di queste notizie così allarmanti? Su questo l’Amministrazione comunale ha il dovere morale e politico di dare risposte ai cittadini.

Per questo i gruppi consiliari Pd e Casarza Futura hanno depositato la richiesta di un Consiglio Comunale sul tema. Chiediamo all’Amministrazione di convocarlo al più presto, senza sottrarsi al confronto.
Iacopo Firpo Segretario Pd Casarza Ligure

 

IL “DUO” SANGUINETI-LOBASCIO RENDE “SALATO” PARCHEGGIARE A LAVAGNA

L’Amministrazione Comunale assegnerà tramite un Bando Europeo la nuova gestione dei parcheggi a pagamento sul territorio di Lavagna. Dal 07/05/2016 aumenterà il numero dei parcheggi a pagamento e alcune tariffe orarie, verrà tolta la possibilità di frazionare la prima ora di sosta e si dovrà pagare anche dalle ore 13 alle ore 15.

Tutto questo comporterà:

  • L’AUMENTO delle tariffe PER TUTTI.
  • Chi sceglieva Lavagna per la qualità dei suoi negozi e per le tariffe contenute dei parcheggi, non avendo più tale convenienza, potrà fare scelte diverse, ANDRANNO ALTROVE?
  • Molte persone per non pagare le nuove tariffe andranno in cerca di parcheggi “bianchi”, PENALIZZANDO I RESIDENTI che avranno meno parcheggi gratuiti.
  • I turisti estivi PAGHERANNO IL 50% IN PIÙ il Sabato e la Domenica.

ANDRANNO ALTROVE?

  • Sono inoltre PENALIZZATI GLI UTENTI DEL PARCO TIGULLIO, il Complesso Sportivo del Parco Lugano.

Con tutto ciò non è neanche sicuro che aumenteranno gli introiti per l’Amministrazione Comunale!

Sono molti i lavagnesi che pensano che l’Assessore “esterno” Lobascio, scelto personalmente dal Sindaco Sanguineti, abbia compiuto, insieme a tutta la Giunta, un altro “paciugo” a danno della città.

Marco Ostigoni, presidente circolo PD, “Massimo Boggiano”, Lavagna

Foto: maranatha photography.it

Foto: maranatha photography.it

 

Leave a comment

XHTML: You can use these html tags: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>