Published On: Mer, Set 11th, 2013

Il Pdl vuole un referendum contro la chiusura del Tribunale di Chiavari e Sanremo

Mentre in Italia continua la saga -ormai violenta- dei No Tav in val di Susa, gli stessi tacciono sui lavori autostradali nella stessa Val di Susa (silenzi prodotti dai miraggi in dollari degli sceicchi del petrolio, verrebbe da dire, come verrebbe da dire che Cina e Germania ci stanno imponendo di spendere 12 miliardi di euro per il sostegno ai pannelli solari, mentre tutti gli italiani sono contro i mulini a vento, non sponsorizzati dai tedeschi evidentemente).

Non si riesce a fare un’opera pubblica, se non dopo secoli e trilioni di euro. Ormai siamo al di là del ridicolo: la Gronda di ponente a Genova è un progetto fermo da 30 anni! Non c’è attività che non sia contestata. Ed è giusto, vista l’alta, troppo alta, percentuale di opere pubbliche fatte senza scientificità né buon senso. Ma anche l’opposizione troppo spesso è del tutto priva di scientificità e buon senso (questo la stampa non lo dice, però).

Lo Stallo regna sovrano nella Stalla Italia anche nella spazzatura.

La chiusura del Tribunale di Chiavari a noi sembrava meritare un’opposizione, ma dopo di che il Governo ha deciso e rideciso, è inutile continuare a fare gli Azzeccagarbugli. Meglio rassegnarsi? Forse no, ma certo l’idea di un referendum popolare abrogativo francamente ci sembra davvero bizantina, eccessiva. Tra l’altro è evidente che gli abitanti di città in cui il problema della chiusura del tribunale non si pone, sarebbero tutti dalla parte della chiusura perché sarebbe una riduzione dei costi (posto che questa ci sia). Eppure spesso la fantascienza è più reale del reale. Il Gruppo regionale del Pdl infatti ricorda che la Regione Basilicata ha approvato la proposta di referendum abrogativo, promossa dalla Regione Abruzzo, del provvedimento del Governo relativo alla riorganizzazione degli uffici giudiziari, legge che stabilisce la chiusura di diverse sedi di Tribunali su tutto il territorio nazionale. La notizia è positiva come positivo è il fatto che sembra che anche altre Regioni abbiano intenzione di seguire questa strada”. Lo fa sapere il capogruppo del Pdl in Regione Liguria Marco Melgrati, promotore della proposta consiliare di referendum abrogativo del provvedimento del Governo, già presentata e che verrà discussa a breve anche in Liguria”.

L’esponente pidiellino Melgrati ricorda che in Liguria il provvedimento prevede la chiusura del Tribunale di Chiavari e di Sanremo e delle sedi distaccate di Sarzana, Albenga e Ventimiglia. Ma Melgrati guarda anche a Umbria, Puglia e Campania, dove pare che “vi siano diversi consiglieri regionali che stanno promuovendo questo tipo di iniziativa”.

Ecco, a noi sembra che questo sia tempo perso da parte delle Istituzioni e da chi è pagato per fare politiche pubbliche. Ci sembra poco utile obbligare la popolazione a intervenire con un referendum, firme, impegno, tempo, menate, discussioni etc. su un problema che -volendo o nolendo- è già stato affrontato e chiuso.

Nuovo tribunale Chiavari, appena finito e mai utilizzato

Nuovo tribunale Chiavari, appena finito e mai utilizzato

Displaying 2 Comments
Have Your Say
  1. Questo governo non votato dalla gente, deve andarsene a casa. Il Tribunale deve rimanere a Chiavari, non si risparmia sulla pelle dei cittadini. Si parla di inquinamento e poi si mettono tutti i servizi al cittadino a puttane, obbligando gli stessi a prendere macchine intasando le già intasate città, aumentando l’inquinamento, che come ha scritto il circolo della pulce causa malattie alla salute pubblica, togliendo in tal modo anche posti di lavoro e riducendo l’economia di Chiavari e non solo, ad un crisi senza precedenti. Se questi sono risparmi, io li vedo come alti costi, questo ministro ha negli occhi i dollari di Paperon de Paperoni, solo che Paperopoli è un’isola felice, dove vive bene anche Paperino Paolino, la nostra Chiavari per non parlare di tutta l’Italia che con queste persone diventerà un deserto. Forse è questo che vogliono vederci evaquare….

  2. Roller ha detto:

    “Appena finito e mai utilizzato”.
    Tranquilli, un buon utilizzo lo si trova.
    Concordo: “Ormai siamo al di là del ridicolo”, ma forse con altre motivazioni…
    Supertassati per le caste, preferisco, all’occorrenza, l’anonimato di Genova.

Leave a comment

XHTML: You can use these html tags: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>