Published On: Ven, Feb 15th, 2019

Il porto di Genova (Savona inclusa) raggiunto da quello di Barcellona (Tangeri in Marocco cresce). Delirio contro le infrastrutture

In periodi di delirio contro le infrastrutture (asse portante del pane che possiamo mangiare), vale la pena di affidarsi ai numeri.
Il sistema dei porti di Genova e della Liguria, pur tenendo complessivamente, è ormai raggiunto dal porto di Barcellona, e tallonato da quello di Tangeri (Marocco), servito da un’autostrada nuovissima e da una ferrovia TAV.

Ports of Genoa (Genova, Pra’, Savona e Vado Ligure) si riconfermano anche nell’anno 2018, il primo sotto la gestione dell’Autorità di Sistema Portuale del Mar Ligure Occidentale, quale prima realtà italiana in termini di volumi movimentati, diversificazione produttiva e valore economico. La crescita sull’anno precedente è limitata.
Le movimentazioni: 69 milioni di tonnellate di merce di ogni tipo e 4,3 milioni di passeggeri, portati dalle oltre 9,100 navi che hanno fatto scalo nei quattro bacini liguri. Container: 2,6 milioni di TEU.

Barcellona
Il porto di Barcellona raggiunge due record storici nel 2018, tra cui quello del tonnellaggio totale del traffico industriale e merci (67,7 milioni di tonnellate), e quello del numero di passeggeri (4,4 milioni) con un progresso sul 2017 del 10 et 8,6%.

Tangeri
Un volume di 51,3 milioni di tonnellate di merci nel 2017, con un incremento del 15%.
Passeggeri: 2,8 milioni.
Container: 3,3 milioni