Il sestrino Carlo Stagnaro consulente del Ministero dello Sviluppo Economico

Il Tigullio potrebbe avere a disposizione un esperto di Energia e Sviluppo, ma anche di politiche pubbliche e società partecipate. E’ Carlo Stagnaro, che sta per essere nominato consulente di Federica Guidi, ministra dello Sviluppo Economico nel governo di Matteo Renzi.
Carlo Stagnaro è nato nel 1977 a Sestri Levante e attualmente risiede a Riva Trigoso dopo aver abitato a Cogorno San Salvatore.  E’ Direttore Ricerche e studi dell’Istituto Bruno Leoni e si è impegnato nella creazione delle liste Fare (con l’economista Michele Boldrin). Si è laureato in Ingegneria per l’Ambiente e il Territorio presso l’Università di Genova e ha conseguito un dottorato di ricerca in “Economia, mercati, istituzioni” presso l’istituto IMT Alti Studi – Lucca.
A 16 anni già scriveva articoli su quotidiani nazionali e a 24 anni ha pubblicato il primo libro. Ora fa parte della redazione della rivista Energia e di Aspenia. È membro del comitato scientifico del Festival dell’Energia, della Fondazione Umberto Veronesi e del Corso di Alta Formazione in Energy Finance organizzato dal Politecnico di Milano e dal Gme.

Per l’Istituto Bruno Leoni si occupa del coordinamento delle attività di ricerca. I suoi interessi sono nel campo dell’economia dell’energia e dell’economia dei servizi pubblici, temi sui quali ha pubblicato articoli sia su riviste specializzate, sia sulla stampa generalista, e ha curato diversi libri. È editorialista dei quotidiani Il Foglio e Il Secolo XIX. È socio dell’Associazione Italiana degli Economisti dell’Energia e della Società Italiana di Fisica. È sposato con Silvana e ha due figli, Andrea Giovanni e Anna Rosa.     Stagnaro è considerato a ragione un liberale-liberista, ma nell’Italia che ha subìto e subisce costantemente la fascinazione di fascismo, stalinismo, populismo e neofeudalesimo, quella definizione è assimilata a un insulto, mentre ci si dimentica che il liberalismo ha la migliore tradizione democratica, laica e sviluppista, dal Risorgimento fino a Benedetto Croce e al Presidente Einaudi, e che le sue ricette economiche, escludendo le degenerazioni false, sono quelle che producono gli effetti migliori per le economie e le persone. Del resto le altre ricette hanno avuto risultati migliori per i più poveri? Essere socialisti-laburisti, indipendenti o conservatori oggi significa (implicherebbe comunque) andare in questa direzione, se si vuole finalmente rendere aperto, libero e competitivo il mercato e dare un futuro ai figli delle famiglie più povere, evitando loro di emigrare.
Carlo Stagnaro mi ricordava anni fa che l’economista von Hayek fu censurato in Italia per decenni, e anche dopo aver conseguito il premio Nobel, in Italia non fu pubblicato nemmeno un suo libro per decenni. Cose da Inquisizione, antiscientifiche e antidialettiche, appunto. Non si demonizza o censura, ma ci si confronta sui dati e sui risultati, ecco la ricetta.Ecco una selezione di suoi articoli per la Rivista Formiche

Ecco come si può ridurre del 10% per cento la bolletta energetica secondo Stagnaro

Guidi mette il turbo allo Sviluppo col liberista Stagnaro

Ecco le pagelle liberiste di Stagnaro e Mingardi sui settori più liberalizzati

Privatizzare sì, ma con giudizio. Il rapporto Glocus-Ibl di Lanzillotta e Stagnaro

Il piano energetico di Passera è dirigista. Intervista a Carlo Stagnaro

Ecco come i liberisti Mingardi e Stagnaro bocciano il piano energetico di Passera

Le tattiche sul gas della Sen. Parla Stagnaro che chiosa il piano di Passera

Carlo Stagnaro

Carlo Stagnaro

Displaying 1 Comments
Have Your Say
  1. Gatto nero ha detto:

    Questa è gente che fa onore alla cittadina! Non certo certa gente che prima cerca di fare e poi,in un batter d’occhio,disfa quello che ha fatto.

Leave a comment

XHTML: You can use these html tags: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>