Published On: Lun, Lug 31st, 2017

Il silenzio e il rispetto sono d’oro

Sulla tragica vicenda della giovane di Chiavari rimasta vittima di infami pillole, abbiamo scritto ciò che andava scritto: che le altre famiglie e gli altri giovani devono trarne un insegnamento: le metanfetamine, ecstasy etc. sono schifose, non hanno nemmeno alcune cose “positive” delle droghe, alcol incluso: non danno nemmeno dei brevi istanti di “felicità”. Ci torneremo su, tra qualche tempo, non ora.

Sul resto, né nomi né cognomi né accanimento mediatico. Bene ha fatto il padre, che era già stato colpito un anno fa dalla perdita della moglie, a chiedere silenzio, a chiedere rispetto per i familiari.
Del resto, quando accadono queste cose, non c’è niente da dire o da fare, se non tacere e abbracciare -anche solo idealmente- chi ha subìto quella falce che passa e colpisce senza guardare in faccia a nessuno.