Published On: Mar, Nov 25th, 2014

Il sindaco di Genova Doria: AMT non può più essere sovvenzionata coi soldi dei cittadini

Dopo anni di sprechi a sovvenzioni a “babbo morto”, qualcosa comincia a cambiare in favore del libero mercato, unico faro (se non drogato dalla politica e dalle mafie) per lo sviluppo vero. I lavoratori di AMT sono oggi in sciopero, ma dovrebbero capire che l’unico modo per salvare lavoro e stipendio è chiedere a gran voce un’azienda nuova e ben guidata. Non c’è altra soluzione.

“Il Comune di Genova non può più colmare i buchi di Amt con i soldi dei cittadini”. Lo ha detto in una conferenza stampa il sindaco di Genova Marco Doria dopo il fallimento della trattativa per evitare lo sciopero convocato oggi dall’azienda dei Trasporti pubblica. “Non si può pensare che siano sempre i contribuenti a colmare i buchi di Amt. Il Comune è disponibile a far partecipare Amt alla gara regionale Tpl ma se l’azienda fallisce sarà impossibile partecipare. Il buco di Amt previsto è di 8.5 milioni di euro. Bisogna intervenire serve un contenimento costi”, ha sottolineato Doria secondo il quale gli obiettivi del Comune sono tre: evitare il fallimento di Amt, tutelare i posti di lavoro e garantire il servizio ai cittadini.

“Se non si interviene l’azienda è destinata a fallire nel 2015”, ha messo in guardia Doria.“Lo squilibrio strutturale rischia di portare alla liquidazione nel 2015.
Altre informazioni su Primocanale.it rete con la quale Tigullio News ha iniziato a collaborare.

Trasporti: un problema enorme per passeggeri e merci

Trasporti: un problema enorme per passeggeri e merci

Leave a comment

XHTML: You can use these html tags: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>