Published On: Ven, Nov 22nd, 2013

Il TAR boccia il ricorso sul PUC di Santa, iniziative su ATP e Bilancio comunale

Nel corso del Consiglio comunale di Santa Margherita ligure, è giunta a Sindaco e amministrazione la notizia che il TAR ha dichiarato inammissibile il ricorso di alcune sigle associative contro il PUC. “Il progetto preliminare di PUC è salvo – commenta questa mattina il Sindaco, Roberto De Marchi – Il Tar ha riconosciuto il difetto di legittimazione dei ricorrenti, con conseguente fallimento del tentativo di spostare il confronto politico dalle sedi democraticamente elette alle aule dei tribunali. Poiché siamo certi del carattere conservativo del nostro Piano, sarà piacere nostro, e non di altri, proporre l’assoggettamento alla VAS del PUC definitivo“. Gli ambientalisti che avevano fatto ricorso tramite l’avvocato “super TARGranara (lo stesso dei ricorsi contro la caccia), parlano comunque di successo, perché ci sarà la valutazione del VAS.

Non è stato solo l’assestamento di bilancio ad impegnare il consiglio comunale nella seduta tenutasi ieri sera. Arrivano infatti da Santa Margherita, sulla vicenda ATP, importanti novità maturate a seguito di un incontro tra l’assessore alle finanze G.B. Raggi, il consigliere comunale incaricato al trasporto pubblico Benedetto Carpi e una rappresentanza sindacale.

In un ordine del giorno, votato all’unanimità dal consiglio, Sindaco e Giunta sono stati impegnati a presentare, possibilmente in modo congiunto con altri Comuni soci di ATP, in sede di assemblea, 6 precise richieste:

1) la rivisitazione dell’accordo di programma affinché i maggiori costi gestionali causati dai tagli del Fondo nazionale per il trasporto pubblico vengano proporzionalmente sopportati tra tutti gli enti fruitori del servizio;

2) la previsione di un pagamento parziale e non totale dei crediti vantati da terzi;

3) in caso di sacrifici richiesti ai dipendenti, il taglio in proporzione anche dei compensi di tutti gli organi sociali e che, qualora tra essi vi fossero amministratori pubblici, ad essi venga tagliato integralmente il compenso;

4) la richiesta di presentazione di una relazione su eventuali responsabilità degli organi di amministrazione e, in caso esse sussistessero, la presentazione di una proposta di azione di responsabilità;

5) la richiesta che il piano di risanamento sia presentato almeno nelle linee principali entro fine anno;

6) la richiesta che ogni eventuale avanzo del bilancio 2014, anche in virtù dei tagli effettuati già oggi al costo de lavoro, siano integralmente restituiti ai lavoratori.

Il consiglio ha poi approvato a maggioranza l’assestamento di bilancio, marchiato da circa 6 milioni di euro che lo Stato ha reso noto di voler prelevare forzosamente per rimpinguare il fondo di solidarietà tra comuni. “Un importo esagerato, che dobbiamo stanziare in uscita a fine novembre, quando il bilancio è ormai consolidato, non sulla base di un Decreto già firmato, ma di un comunicato stampa in cui ci vengono manifestate le intenzioni del governo“, ha commentato Raggi senza nascondere quell’amarezza e quell’indignazione verso il comportamento dello Stato che ha unito gli enti locali del Tigullio in un unico fronte. Per la città, ha chiarito Raggi, prelievo forzoso e tagli ulteriori introdotti da questo Decreto si traducono nell’impossibilità di sgravare famiglie e imprese dagli ingenti costi fiscali sostenuti.

Intanto “Santa Bene comune” presenterà il proprio Gruppo per le prossime elezioni amministrative 2014, domani, sabato  23.

Comune Santa Margherita Ligure

Displaying 1 Comments
Have Your Say
  1. ALDO ha detto:

    BRAVO SINDACO…. HAI VINTO IL MONGOLINO D’ORO!

Leave a comment

XHTML: You can use these html tags: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>