Published On: Sab, Ago 27th, 2016

Il Tigullio va verso i due depuratori: Pignone (Città Metropolitana) fa il passo del gambero

Dopo lo stop dell’amministrazione Ghio (vicesindaca di Città Metropolitana di Genova e sindaca di Sestri Levante), per il depuratore unico del Tigullio centro-orientale è stata la catastrofe.
Nel Tigullio non lo voleva nessuno: era solo l’ennesimo diktat politico genovese, e Genova di guai per la Liguria dagli anni ’90 in poi ne ha commessi abbastanza, mentre doveva preoccuparsi della sua decadenza politico-economica, il cui indicatore più mostruoso è dato dal crollo demografico: da 800.000 abitanti nel 1971 a 580.000 (ma sarebbero meno di 500.000, nei fatti), Il calo è continuo da decenni, ormai, e la ex capitale del Mediterraneo oggi è tornata ai livelli del 1931 (nel mezzo della Grande Depressione iniziata nel ’29).

Ebbene una Città Metropolitana così malridotta non poteva che produrre un mostro, con l’idea di un progetto alla foce dell’Entella, sito delicatissimo, con un vincitore già assegnato (Iren) e con un capitolato di costi e tempi di realizzazione bizantini già nella proposta (dai 5 agli 7 anni), quando in Turchia l’azienda italiana Astaldi ha realizzato il terzo ponte sul Bosforo in 3 anni appena…
Adesso è addirittura l’Assessore di Città Metropolitana Enrico Pignone, che ha sempre agito nella direzione del depuratore unico, a fare il passo del gambero in favore del doppio depuratore comprensoriale.
Per Pignone, il depuratore di Sestri e val Petronio andrebbe in località Ramaia, mentre quello del bacino dell’Entella nel primo entroterra di Chiavari o Lavagna.
Partecip@ttiva tuttavia invita a non affidarsi alle parole, perché tra l’altro “Non è stato finora riconvocato l’ATO per sottoporre le nuove ipotesi e decidere di conseguenza.” Manca, insomma, una presa di posizione ufficiale. Ma comunque, il Tigullio sta per evitare un’opera elefantiaca, lunga quanto la fabbrica di San Pietro, e con costi di realizzazione alti.
Una buona notizia, se confermata.
Depuratori

Leave a comment

XHTML: You can use these html tags: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>