Published On: Mar, Nov 26th, 2013

Imparare a litigare serve ai bambini

Ah, la fine dei cortili e della vita in strada dei bambini ha causato un sacco di problemi -insieme con la falsa liberazione delle donne, consegnate al lavoro, col risultato che le paghe di due genitori sono inferiori a quella del solo padre degli anni ’60, mentre i bambini fanno la fine di quelli di Sparta, educati dallo Stato…
Un tempo i bambini si autoorganizzavano da subito, in strada e senza sorveglianti adulti, com’è oggi. Imparavano a trattare e a capire i più forti, e a imporsi sui più piccoli senza essere ingiusti o violenti. Imparavano a comunicare.
Oggi, per tornare alla semplicità della vita libera (oggi sono dei dittatori in gabbia perennemente, i nostri bambini sorvegliati e ipercoccolati), si deve fare un percorso tortuoso come quello proposto qui di seguito…

A scuola per imparare a  “litigare bene”?!  si può…

L’Associazione Nazionale pedagogisti Italiani, Sede Regionale per la Liguria, Lo Studio di Consulenza pedagogica di Chiavari, con il  gratuito patrocinio del Comune di Chiavari e con l’Istituto Comprensivo “Chiavari I” propone a i genitori e agli insegnanti  alcuni “INCONTRI DI PROMOZIONE PEDAGOGICA”:  IO NON VINCO E TU NON PERDI – Imparare a gestire i conflitti

 

Il tema della gestione del conflitto in senso pedagogico è di estrema attualità, non solo come prevenzione di forme di prevaricazione e di violenza scolastica, ma anche come strategia efficace per una migliore convivenza domestica.

Il convegno nazionale “Litigare Bene” del Centro Psicopedagogico per l’educazione e la gestione dei conflitti[1] lo scorso 1 dicembre ha presentato i risultati di una ricerca pedagogica svolta presso alcune scuole di Torino, coinvolgendo 190 alunni della Scuola Primaria e 275 bambini della scuola dell’infanzia. I risultati della ricerca dimostrano che  ai bambini anche l’esperienza dei litigi va utilizzata per aiutarli a crescere.

I bambini hanno diritto di litigare perché per loro è un comportamento naturale, che fa parte del quotidiano, si arrabbiano, urlano, piangono, picchiano, insomma  disturbano. Il litigio infantile attiva spesso negli adulti meccanismi interiori complessi, risveglia emozioni forti, a volte spinge a intervenire urgentemente alla ricerca di una soluzione. La ricerca che sarà presentata e l’abbondante letteratura pedagogica contemporanea dimostra invece che il litigio è una straordinaria palestra di libertà, un’occasione preziosa per imparare a stare in mezzo agli altri, gettare le basi della vita sociale, scoprire i propri limiti e attivare potenzialità creative.

L’impegno della pedagogista Alessandra Neri (socia ANPE) è quello di offrire ai genitori e ai docenti informazioni utili e scientificamente corrette, e uno spazio di confronto delle esperienze professionali e dei vissuti familiari, per elaborare insieme delle strategie efficaci nella gestione dei conflitti tra bambini e ragazzi.

Calendario:

Giovedì 5 dicembre: ore 17.00 – 18.30 per genitori e insegnanti dei bambini che frequentano la scuola dell’infanzia.

Mercoledì 4 dicembre: ore 17.00 – 18.30 per genitori e insegnanti degli alunni che frequentano la scuola primaria.

Mercoledì 11 dicembre ore 17.00 – 18.30 per genitori e insegnanti degli alunni che frequentano la scuola secondaria di primo grado.

Sede degli incontri: Sala degli Scolopi (adiacente alla segreteria), Via Rivarola 7, Chiavari.  Alessandra Neri cell. 3289613571

pedagogia

Displaying 2 Comments
Have Your Say
  1. Redazione ha detto:

    Gentile Eliana, crediamo proprio di sì. In ogni caso, basterà chiedere conferma qui: Alessandra Neri cell. 3289613571

  2. eliana berisso ha detto:

    Buongiorno, possono partecipare liberamente anche genitori di bimbi frequentanti scuole non di Chiavari ? Grazie

Leave a comment

XHTML: You can use these html tags: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>