Published On: gio, Gen 25th, 2018

Imperdibile concerto di Luca Falomi a Bogliasco, questa sera

Imperdibile concerto questa sera a Bogliasco, dove per la rassegna “Teatroingìo 2018”, il chitarrista chiavarese Luca Falomi propone Esperanto alle 21, nella Sala Bozzo (vicino alla stazione ferroviaria), con Riccardo Barbera al contrabbasso e Rodolfo Cervetto (percussioni e batteria).

Un itinerario musicale fuori dallo spazio e fuori dal tempo, tra jazz, world music e avanguardia.
Esperanto nasce da un’idea di Luca Falomi, chitarrista e compositore che ha affinato una cifra stilistica molto precisa -vicina alle linee melodiche di Ralph Towner o di Egberto Gismonti, dopo il primo disco Viens voir, che contiene brani di matrice diversa: jazz o fusion.
Il progetto Esperanto si ispira alla celebre lingua internazionale creata alla fne del 1800 dalla fusione di idiomi di origine latina, romanza, germanica, slava e orientale. Esperanto letteralmente signifca “speranza”: speranza di far dialogare i popoli, cercando di creare tra di essi comprensione e pace con una seconda lingua semplice ed espressiva, appartenente a tutta l’umanità e non a un solo popolo. Una lingua che valorizza gli idiomi minori che sarebbero altrimenti destinati all’estinzione. Il progetto musicale Esperanto nasce nel 2012 e vede alternarsi diverse line- up fno all’attuale trio che vede Luca Falomi affancato da Riccardo Barbera al contrabbasso e Rodolfo Cervetto alla batteria, artisti di grande sensibilità interessati alla ricerca sonora e compositiva e alle contaminazioni musicali. Nel loro universo sonoro si incontrano idiomi diversi, dal jazz alla world music passando per la musica sperimentale e quella d’avanguardia. L’ensemble propone uno spettacolo suggestivo, caratterizzato dal forte interplay tra i musicisti, coinvolgente ed emozionante, dove le composizioni originali di Falomi e Barbera si alternano a rivisitazioni di celebri pagine della musica strumentale internazionale.
Un itinerario fuori dallo spazio, dal luogo e dal tempo, capace di prendere per mano l’ascoltatore e portarlo a esplorare nuovi mondi e suoni.
Luca Falomi, chitarra classica e 12 corde
Riccardo Barbera, contrabbasso
Rodolfo Cervetto, batteria e percussioni