Published On: Lun, Feb 10th, 2020

Imperdibile conferenza sulle Cyberpiante al Ducale di Genova, martedi 11 febbraio

Interessante corso di aggiornamento per giornalisti (comunque aperto al pubblico, e merita… Ci si dovrebbero portare almeno mille studenti… se si vuole che i giovani amino scienza e cultura) a Genova:
Piante Robotiche: fantascienza e realtà
(Relatrici: Barbara Mazzolai, Alessandra Rissotto)
Sala del Maggior Consiglio, Palazzo Ducale, Piazza Matteotti 9 – Genova

11/02/2020, ore 17.30-19.30

Barbara Mazzolai, all’Istituto di Tecnologia di Pontedera ha sviluppato un progetto decisamente innovativo: si tratta di imitare le forme meno studiate dalla scienza -che di solito oggi è più innamorata dei materiali inorganici, delegando alla biologia e alle Scienze naturali lo studio dell’organico. Ma così le piante, sostiene la scienziata, sono quasi sconosciute alla scienza. Invece hanno una forma di intelligenza e di azione che merita di essere studiata nell’universo delle cyber-scienze.
Le piante infatti hanno micidiali capacità di adattamento, comunicano tra loro in maniera sotterranea e aerea; individuano strategie contro i nemici, hanno acquisito il modo per sottrarre CO2 dall’atmosfera e creano fotosintesi da sempre. Non solo: scavano e distruggono rocce per piantare radici. La loro cultura sarebbe perfetta per studiare il sottosuolo marziano e inviare dati alla Terra. Non a caso Mazzolai parla di Progetto Marte.

Forse il migliore sviluppo per questo lavorio finora limitato a Pontedera (e comunque finanziato con 1,6 M€ dalla UE) sarebbe il seguente: si tratta di creare delle “colonie” di robopiante, perché ciò permetterebbe alle singole unità di “condividere” le esperienze e le “scoperte” con tutte le altre. Ciò eviterebbe di avere delle CPU ingombranti per ogni cyberpianta. In sostanza, se gli alberi di un bosco “lavorano e vivono” insieme, le roboTpiante potrebbero condividere la loro “intelligenza” con una centrale di calcolo e A.I. unica, potente e remota.

Avremmo così creato un progetto robotico non solo di tipo androide, ma anche un altro di tipo vegetale. Un plantoide.