Imposta di soggiorno: a partire dal 1° aprile in vigore a Rapallo, “Santa”, Zoagli e Portofino la nuova tassa sul turismo

Dall’ufficio stampa del Comune di Rapallo riceviamo il seguente comunicato:

Entrerà in vigore dal 1° aprile l’Imposta di Soggiorno, istituita dal Comune di Rapallo lo scorso mese di novembre con regolamento approvato dal consiglio comunale e tariffe deliberate dalla giunta comunale e condivise con i Comuni di Santa Margherita Ligure, Portofino e Zoagli.

A far data dal giorno di Pasqua 2018, pertanto, le strutture ricettive presenti nel territorio di riferimento dovranno ottemperare a quanto disposto dal provvedimento.

Per agevolare al meglio gli operatori nella gestione e nel versamento dell’imposta, a fine gennaio il Comune di Rapallo ha adottato il software online TouristTax, organizzando un doppio incontro divulgativo destinato agli stessi operatori del settore ricettivo in collaborazione con Advanced System, l’azienda che fornisce il software stesso. Chi, in quell’occasione, non ha potuto essere presente, potrà apprendere il funzionamento del TouristTax tramite i video-tutorial realizzati da Advanced System e messi a disposizione da questa mattina sul sito istituzionale del Comune di Rapallo (www.comune.rapallo.ge.it). Una volta aperta la home page del sito, basta cliccare l’apposito link tra le notizie in evidenza, il quale dirigerà alla sezione dedicata all’Imposta di Soggiorno. All’interno è possibile reperire le varie informazioni (regolamento, tariffe etc.) nonché per l’appunto i video-tutorial (link nell’elenco a destra della pagina).

La piattaforma è accessibile esclusivamente a chi è registrato e autorizzato con “username” e “password” rilasciate dall’ente; prevede tre differenti modalità di utilizzo e invio dei resoconti: la modalità automatica, quella dichiarativa e quella manuale. Ognuna si differenzia per metodo di immissione dei dati ed è molto semplice l’utilizzo. Un servizio di “help” all’interno della piattaforma stessa consente in qualsiasi momento di trovare le soluzioni tecniche per la compilazione e la trasmissione dei dati. Sempre sul sito istituzionale del comune di Rapallo è disponibile anche una sezione “Domande frequenti” per agevolare ancor di più i “sostituti d’imposta” (le strutture ricettive) nell’applicazione di questo importante e nuovo tributo.

«L’attivazione dell’imposta di soggiorno è frutto di un importante lavoro sinergico tra i Comuni del comprensorio – commenta Alessandra Ferrara, assessore a Bilancio, Tributi e Politiche finanziarie del Comune di Rapallo – sviluppato sulla base del “Patto per il Turismo” promosso da Regione Liguria e teso a dare sviluppo ad un comparto fondamentale per l’economia del nostro territorio. L’imposta, tuttavia, non deve essere vista con accezione negativa: anzitutto perché le principali località turistiche e le città d’arte italiane da tempo la prevedono, in secondo luogo il gettito derivante dal versamento dell’imposta da parte degli operatori del settore ricettivo verrà interamente impegnato dall’ente per la promozione del territorio e il potenziamento dei servizi rivolti agli ospiti, ma anche ai cittadini. Il provvedimento – conclude l’Assessore Ferrara – rientra quindi nel quadro di un progetto comprensoriale di valorizzazione delle nostre splendide località, obiettivo fortemente condiviso dalle amministrazioni comunali dei quattro Comuni interessati».