Published On: mer, Nov 28th, 2018

In arrivo nei porti il cestino per ridurre la plastica in mare, già attivo a Portofino

LifeGate lavora per ridurre la presenza di plastiche e microplastiche nei mari, attraverso LifeGate PlasticLess l’iniziativa che si pone l’obiettivo di installare l’innovativo dispositivo Seabin in tutti i porti italiani.

Ideato da due australiani e prodotto da Poralu Marine, partner di LifeGate, il “cestino dei mari” in grado di catturare dalla superficie dell’acqua circa 1,5 chilogrammi di detriti al giorno, è già stato attivato nelle aree portuali di Santa Margherita Ligure (GE), Area Marina Protetta di Portofino (GE), Marina di Varazze (SV), Marina dei Cesari di Fano (PU), al Circolo Nautico Sambenedettese di San Benedetto del Tronto (AP), a Marina di Cattolica (RN), nel Porto delle Grazie a Roccella Ionica (RC) e a Venezia Certosa Marina (VE).

A breve LifeGate attiverà altri 11 porti arrivando a 20 Seabin installati in Italia, ma c’è ancora molto da fare.
A Natale chi ha a cuore il destino del Pianeta può scegliere di partecipare all’acquisto di un Seabin ricevendo una borraccia PlasticLess prodotta da MIZU, in alluminio, 100% BPA Free e 100% riciclabile. Basta andare sullo store di LifeGate e contribuire con 50 euro oppure con 75 euro per ricevere la borraccia personalizzata con un nome a scelta.
LifeGate PlasticLess promuove un vero e proprio cambiamento culturale per ridurre l’utilizzo della plastica e promuovere l’economia circolare grazie alla campagna di sensibilizzazione su lifegate.it che propone consigli pratici e soluzioni concrete per le persone e per le aziende. Sui social la campagna dedicata con #PlasticLess.
(Pubblicità progresso gratuita)