Published On: Gio, Gen 19th, 2017

Incendi in Liguria: 5000 ettari arsi. Bruciano due camini a Masso e Moneglia

Dopo tre giorni di fuoco, con un vento di bora-grecale che soffiava a 160 kmh, sono andati bruciati in Liguria ben 5000 ettari di boschi. Un danno enorme, dovuto anche alla mancata sinergia tra la Regione e le sue agenzie di previsione meteo, Comuni e Corpi dello Stato (Vigili del fuoco, Protezione civile). Serve subito un protocollo di prevenzione e di allerta incendi. Il resto a fuffa, a partire dai “piromani”, che servono spesso a mascherare incapacità e inerzia.

Inerzia che non tocca i volontari e i Vigili del Fuoco (vedi in fondo al testo), un corpo che -anche per quanto svolgono nelle zone del terremoto nell’Appennino centrale- merita una medaglia d’oro.
Lascia sperare una dichiarazione del Presidente di Regione Liguria Giovanni Toti di oggi:
Subito una riunione in commissione Protezione Civile della Conferenza delle Regioni per incontrare al più presto il Comando Unità per la tutela forestale dei Carabinieri  e il Corpo dei Vigili del Fuoco a cui sono andate le competenze del Corpo Forestale dello Stato e concordare nuovi protocolli operativi e nuovi metodi di reclutamento del personale [vedi questo articolo sul concorso nazionale per entrare nei Vigili del Fuoco, su Tigullio News, ndr]”.

Nel Tigullio sono sotto controllo gli incendi che si sono verificati in val Fontanabuona, tra Moconesi e Neirone. Nel pomeriggio i Vigili del Fuoco di Chiavari hanno spento l’incendio del camino di una casa a Masso (Comune di Castiglione Chiavarese). E’ andata bruciata una porzione del tetto.
Sempre in giornata è partito un altro incendio dal camino di una casa di via Piani a Moneglia. L’intervento dei VdF da Chiavari ha evitato che le fiamme raggiungessero il tetto dell’abitazione.

DATI DEI VIGILI DEL FUOCO DELLA LIGURIA
Situazione incendi MERCOLEDI 18 GENNAIO alle ore 20

I vigili del fuoco stanno affrontando diversi incendi di bosco in tutta la provincia, ecco come sono dislocati sul territorio:

Moconesi 2 partenza di Genova 10 unità VVF – 1 partenza Chiavari 5 unità – 1 Autobotte 2 unità – Sezione operativa Milano 9 unità;

Pegli 2 Squadre di Multedo 10 unità VVF – Sezione operativa Cuneo 9  unità;

Pian del Prete  Squadra di Busalla 5 unità;

Davagna Sezione operativa Vercelli 9 unità;

Castiglione Chiavarese e Moneglia 2 squadre di Chiavari + 2 autobotti 14 unità;

Si rammenta che sono in corso il raddoppio dei turni con riposi sospesi e ferie al minimo, I VVF si alternano con turni composti AC e BD per 24 ore ogni 48.