Published On: sab, Mar 10th, 2018

Incentivi di Regione Liguria per le assunzioni nelle imprese turistiche

Sono beneficiarie per i Bonus assunzioni le imprese private del settore turistico (indentificate dai Codice ATECO riportati nella tabella A allegata) costituite in forma di ditta individuale, micro, piccola, media e grande impresa che assumono, a decorrere dal 01/01/2018, lavoratori in qualità di dipendenti.
Rientrano come imprese i codici Ateco che contraddistinguono le attività di:

Alloggi, Alberghi, Villaggi Turistici, Rifugi di Montagna, Colonie marine e montane,Affittacamere per brevi soggiorni,case e appartamenti per vacanze,bed & breakfast, residence, attività di alloggio connesse alle aziende agricole,aree di campeggio e aree attrezzate per camper e roulotte, gestioni di vagoni letto,alloggi per studenti e lavoratori con servizio accessori di tipo alberghiero, gestione stabilimenti balneari:marittimi, lacuali e fluviali (vedi codici ateco tabella A)

Sono inoltre beneficiarie dei Bonus Assunzionali le cooperative o loro consorzi che assumono, a decorrere dal 01/01/2018, lavoratori in qualità di dipendenti.Sono ammissibili al Bonus Assunzionale i contratti posti in essere direttamente dall’azienda richiedente e i contratti di somministrazione a tempo determinato, stipulati a decorrere dal 01/01/2018.

Nello specifico, le tipologie contrattuali ammesse ai Bonus sono le seguenti:

  1. a) contratti di lavoro a tempo indeterminato, e, se part time, che prevedano un impegno orario di almeno 24 ore settimanali, a condizione che comportino incremento occupazionale netto;
  1. b) contratti di lavoro a tempo determinato, anche a scopo di somministrazione, di durata pari o superiore a otto mesi e, se part time, prevedano un impegno orario di almeno 24 ore settimanali

Il contratto dovra’ gia’ essere stipulato al momento della presentazione della pratica che è fondamentale presentare il 22/3/2018.

L’incentivo potrà essere concesso anche a seguito di proroga di un contratto di lavoro inizialmente di durata inferiore alla durata minima di cui alla lettera b), purché la durata complessiva dei due contratti sia pari o superiore a otto mesi e purché il primo contratto decorra dal 01/01/2018.

L’incentivo potrà essere altresì concesso a seguito di trasformazione a tempo indeterminato di un contratto di lavoro a tempo determinato, purché il primo contratto decorra dal 01/01/2018. Nel caso di attivazione di contratti di somministrazione a tempo determinato: la domanda per ottenere il presente bonus dovrà essere presentata dall’impresa utilizzatrice.

Non sono invece ammesse agli incentivi le seguenti tipologie contrattuali:
a) contratti di apprendistato;
b) contratti di somministrazione a tempo indeterminato;
c) contratti per il lavoro domestico, ripartito o accessorio;
d) contratti parasubordinati, di lavoro autonomo e assimilati

I lavoratori per i quali si richiede l’incentivo non devono aver svolto attività lavorativa a tempo indeterminato nei 24 mesi precedenti l’assunzione nell’impresa richiedente o:

– in altra impresa che si trovi con la richiedente nelle condizioni di cui all’articolo 2359 del Codice Civile, o nel caso in cui entrambe siano partecipate per almeno il 25% da un medesimo altro soggetto. Tale ultima partecipazione rileva anche se determinata in via indiretta;

– in altra impresa nella cui compagine sociale o nei cui organi amministrativi siano presenti il legale rappresentante, i soci, i titolari di cariche o qualifiche o qualunque altro soggetto facente parte degli organi societari della richiedente ovvero i loro coniugi o parenti o affini entro il terzo grado in linea diretta o collaterale dei soggetti richiamati;

– in altra impresa il cui titolare sia legale rappresentante, socio, titolare di cariche o qualifiche o altro soggetto facente parte degli organi societari della richiedente ovvero il coniuge o parente o affine entro il terzo grado in linea diretta o collaterale del medesimo.

Ai fini della concessione del Bonus Assunzionale, le imprese dovranno essere in regola con gli obblighi contributivi (regolarità contributiva / DURC).)

L’assunzione a tempo indeterminato come dipendente, o come socio lavoratore dipendente, deve comportare un incremento occupazionale netto nelle sedi operative presenti sul territorio della Regione Liguria.

L’incremento occupazionale netto è calcolato sulla base della differenza fra il numero dei lavoratori con contratto a tempo indeterminato e determinato occupati nell’impresa alla data dell’ultima assunzione oggetto della richiesta di Bonus Assunzionale) (tenendo quindi conto delle nuove assunzioni) ed il numero dei lavoratori a tempo e determinato risultante dalla media delle rilevazioni effettuate per ciascun mese dell’anno precedente alla data della prima assunzione oggetto della richiesta di Bonus Assunzionale).

Per il calcolo dell’incremento, i lavoratori a tempo parziale devono essere considerati in proporzione al numero delle ore effettivamente lavorate rispetto alle ore indicate dal relativo contratto nazionale per i lavoratori a tempo pieno.

La formula conseguente diventa: Numero lavoratori a tempo indeterminato alla data dell’ultima assunzione oggetto della richiesta di Bonus Assunzionale, comprensivo delle nuove assunzioni per le quali si richiede l’incentivo – Media numero lavoratori a tempo determinato e indeterminato nei 12 mesi precedenti alla data della prima assunzione oggetto della richiesta di Bonus Assunzionale > 0)

Non costituiscono nuove assunzioni quelle derivanti da trasferimento di azienda ai sensi dell’articolo 2112 del Codice Civile. Analogamente ai fini della modalità di calcolo determinato e dell’incremento occupazionale netto, non costituiscono nuove assunzioni quelle derivanti da trasferimento di azienda ai sensi del medesimo articolo.

Il Bonus Assunzionale ha un valore variabile in funzione della tipologia di contratto per il quale si richiede l’incentivo, secondo le modalità sintetizzate nella tabella di seguito riportata:

Bonus Assunzionale Importo base Tipologia contrattuale di occupazione

  1. a) Socio Lavoratore Dipendente o Dipendente assunto con contratto a tempo indeterminato 6000 euro
  2. b) Dipendente assunto con Contratto a tempo determinato o somministrazione di durata pari o superiore a 8 mesi 3000 euro

I Bonus Assunzionali previsti dal presente documento non sono cumulabili con altri aiuti aventi le medesime finalità ed i medesimi destinatari.

Qualora l’impresa risulti iscritta al Registro dei Datori di Lavoro socialmente responsabili di cui all’articolo 15 della legge regionale 13 agosto 2007, n.30, o risulti autorizzata ad avvalersi di marchi di origine e qualità disciplinati e approvati dalla Regione Liguria, l’importo del Bonus Assunzionale, così come previsto al paragrafo 7 del presente dispositivo, è incrementato del 10% al verificarsi di una o di entrambe le sopracitate casistiche.

In tal caso l’iscrizione al Registro o la possibilità di avvalersi del marchio deve risultare mantenuta per la durata del rapporto di lavoro oggetto dell’incentivo e per almeno due anni in caso di assunzione a tempo indeterminato o come socio lavoratore dipendente).

L’importo del Bonus Assunzionale è altresì incrementato del 25% nel caso in cui l’impresa abbia stipulato accordi aziendali, ovvero territoriali o ancora, nei casi in cui nelle imprese non siano presenti le rappresentanze sindacali unitarie o aziendali, con le organizzazioni sindacali aderenti alle associazioni nazionali comparativamente più rappresentative, finalizzati a concordare una migliore organizzazione e gestione del lavoro.

Per la certificazione di accordi aziendali dovrà essere allegata all’istanza il modulo di cui all’Allegato 1 L’importo del Bonus Assunzionale riferito al singolo lavoratore assunto qualora sia persona disabile, di cui all’art.1 della legge 68/1999 assunta oltre l’obbligo previsto ai sensi della Legge 68/1999, calcolato come previsto al paragrafo 7), è altresì incrementato del 25%.

L’importo del Bonus Assunzionale riferito al singolo lavoratore assunto qualora sia persona inserita dal Comune in un progetto personalizzato di attivazione e di inclusione sociale e lavorativa volto al superamento della condizione di povertà, in attuazione del decreto legislativo 15 settembre 2017, n.147 recante “disposizioni per l’introduzione di una misura nazionale di contrasto alla povertà”, calcolato come previsto al paragrafo 7), è altresì incrementato del 10%.

Per ogni chiarimento chiamare il consulente Sandro Biasotti al 393/9388053

hotel Miramare, Santa Margherita