Published On: Mar, Apr 1st, 2014

Incontro positivo tra Comitato Rifiuti Zero Rapallo e Commissario prefettizio

In data odierna Roberto Mattioli del Comitato Rifiuti zero Rapallo , Francesco Iannone del Comitato Cittadini Tigullio e Pino Cosentino in qualita’ di esperto di GCR Gestione Corretta Rifiuti Liguria hanno incontrato il Commissario Prefettizio Dr. Terrusi e i tecnici dirigenti del Comune per chiedere in primis di non avviare un nuovo appalto per i rifiuti ritenendolo non obbligatorio oltre che non opportuno vista la scadenza elettorale imminente.

Il Commissario ha spiegato e garantito che non verra’ avviato alcun bando ma verranno solo avviate le procedure tecniche e burocratiche per una nuova gara in modo che la nuova giunta insediata non perda tempo prezioso in questo e avvi subito una proposta concreta per la soluzione e la gestione di questo problema che da anni assilla la cittadinanza di Rapallo.

L’appalto in essere con la ditta Aimeri scadra’ il 30 novembre 2014.

Il Commissario è stato invitato all’incontro pubblico con la cittadinanza che si svolgerà a Rapallo sabato 5 aprile alle ore 15 presso il Cafe’ Zi-Pier di Via Avenaggi 17.

INCONTRO CON IL COMMISSARIO AL COMUNE DI RAPALLO

 In merito al progetto dell’amministrazione commissariale, di avviare le procedure di gara per l’affidamento del servizio di raccolta e smaltimento dei rifiuti a Rapallo, osserviamo che:

A) Il Regolamento citato dà per scontato che l’amministrazione comunale, per l’affidamento del servizio di raccolta e smaltimento dei rifiuti,  scelga la via della gara. Sono invece ammesse dalla legislazione vigente 3 possibilità:

1) affidamento con gara a un soggetto qualsiasi che ne abbia i requisiti

2) affidamento a una società mista pubblico-privata, in cui il privato sia stato scelto con gara a doppio oggetto

3) affidamento diretto a azienda speciale o ad azienda speciale consortile o a società di totale proprietà pubblica, su cui l’ente affidante eserciti un controllo analogo ecc.

La legge di stabilità 2014 (147/2013), abrogando, al comma 562, il comma 6 dell’art. 9 del decreto legge 95/2012, ha tolto la proibizione a costituire nuove società, enti ecc, che “esercitino una o più funzioni fondamentali e funzioni amministrative loro conferite ai sensi dell’art. 118 della Costituzione”.

Quindi la nuova amm.ne, se vorrà, potrà costituire un’azienda speciale (o un’as consortile) o una società di capitali (spa o srl) a cui affidare direttamente il servizio di raccolta e gestione dei rifiuti.

Sarà la nuova amministrazione a scegliere la soluzione da adottare.

B) Il Regolamento dice che  “Il contratto in scadenza può essere prorogato per il tempo strettamente necessario in attesa dell’esito della nuova gara e delle successive procedure di legge, fino all’attivazione del nuovo affidamento (c.d. proroga tecnica)”.

La proroga serve proprio a permettere di coprire il tempo in cui l’affidamento è scaduto.

Il provvedimento commissariale mira invece a evitare la proroga, o a ridurla.

Invece risulta che le procedure per un nuovo affidamento debbono essere INIZIATE prima della scadenza dell’affidamento in atto, non debbono necessariamente essere CONCLUSE. Proprio a questo serve la proroga, d’altronde necessaria anche nello schema commissariale, poiché la tempistica indicata non permette comunque di concludere l’iter entro il termine dell’affidamento in essere (“di seguito si indicano i tempi tecnici per l’espletamento della procedura, partendo dalla pubblicazione del bando fino alla stipula del contratto, tenendo però ben presente che a tali tempistiche è necessario aggiungere quelle per la predisposizione degli atti sovracitati (Capitolato Speciale, allegati, Disciplinare/Bando di gara)”).

Pertanto la nuova amministazione comunale, che sarà operativa dal prossimo giugno, ha tutto il tempo per avviare, prima della scadenza dell’affidamento in essere, le procedure per la nuova gestione del servizio, da affidare a un soggetto qualunque scelto con gara, oppure a una società, o azienda speciale, in house.

5APRILE.FOTO

Leave a comment

XHTML: You can use these html tags: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>