Published On: Mer, Ago 3rd, 2016

Incontro tra Comuni del Levante, balneari e assessore Scajola sulla direttiva Bolkenstein

Questa mattina sono stati approvati in Parlamento gli emendamenti che confermano la proroga delle cdm turistico/ricreative al 2020. Vedere in basso il testo del Decreto.

Intanto si svolgeva presso l’aula consiliare del comune di Chiavari un incontro dell’ assessore regionale all’urbanistica e alla pianificazione territoriale Marco Scajola con le amministrazioni dei comuni costieri dell’Area Metropolitana genovese e della Provincia di La Spezia, per esaminare le conseguenze della sentenza della corte di giustizia  europea del 14 luglio relativa alla proroga delle concessioni demaniali  marittime. L’incontro ha avuto l’obbiettivo di accogliere indicazioni e proposte che la Regione Liguria si farà carico di portare avanti sul territorio ligure ma anche a livello nazionale, in virtù del ruolo di coordinamento delle regioni costiere in materia di demanio marittimo, e di approfondire per una migliore chiarezza le varie tematiche legate alla Direttiva Bolkenstein.
All’incontro ha assistito una delegazione dei balneari del Tigullio (nonostante si sia nel pieno della stagione).

Così dichiara in merito il Sindaco di Chiavari Roberto Levaggi: “E’ significativo che la Giunta Regionale abbia scelto proprio il nostro comune, baricentrico all’interno del Tigullio, per questa importante giornata informativa, al fine di prendere delle decisioni ponderate su come affrontare la scadenza imminente per la Direttiva Bolkenstein. Si tratta di una scadenza decisiva per tutte le amministrazioni comunali anche sotto il profilo tecnico,  legale e amministrativo poiché, qualora non dovessero esserci proroghe, con queste imposizioni europee si dovranno predisporre gare molto complesse, sulle quali personalmente mi sono espresso da subito negativamente in quanto i comuni non hanno né la struttura né le capacità tecniche per poter affrontare iter così macchinosi; chiediamo pertanto con forza all’assessore competente al demanio e all’urbanistica Marco Scajola che la  Regione intervenga sul Governo affiché, come già la Spagna  e altri paesi europei, provveda a colmare il vuoto legislativo su questa delicata materia”.

______________

DECRETO DEL MINISTRO DEL RIO SUI MARINA RESORT
1. Sono stabiliti nell’allegato A, parte integrante del presente decreto, i requisiti minimi che le strutture organizzate per la sosta e il pernottamento dei turisti all’interno delle proprie unita’ da diporto ormeggiate nello specchio acqueo appositamente attrezzato, nell’ambito di idonee strutture dedicate dalla nautica, devono possedere per l’equiparazione alle strutture ricettive all’aria aperta.

Allegato A
1. Posti barca.
Area idonea ed attrezzata per consentire l’ormeggio in sicurezza ad un numero di unita’ da diporto non inferiore a sette.
2. Impianti.
Impianto di comunicazione e di allarme in caso di emergenza;
Impianto elettrico con colonnine appositamente attrezzate;
Impianto di illuminazione;
Impianto idrico;
Impianto di rete fognaria tradizionale o forzata;
Impianto di prevenzione incendi ai sensi della normativa vigente.
3. Servizi, attrezzature e impianti complementari.
Vigilanza;
Servizio assistenza all’ormeggio;
Ascolto radio VHF;
Recupero olii esausti e batterie;
Pulizia ordinaria delle aree comuni;
Raccolta e smaltimento rifiuti solidi e pulizia appositi
recipienti;
Installazioni igienico-sanitarie di uso comune;
Cassetta di pronto soccorso ai sensi della vigente normativa;
Erogazione acqua potabile;
Dotazione di un punto reception;
4. Dotazioni e impianti nello specchio acqueo.
Aspiratore acque nere di bordo;
Individuazione numerica dei posti barca;
Pulizia giornaliera specchio acqueo.
loc balneari

Leave a comment

XHTML: You can use these html tags: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>